Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

icoatletica  badminton icocanoa   icociclismo  icojudo icokarate icolotta iconuoto icopattinaggio icopentathlonmoderno icopugilato icoscherma icosollevamentopesi icosportequestri icosportghiaccio icosportinvernali icotaekwondo icotiroarco icotiroavolo icotriathlon icovela

Astrea corsara in Abruzzo

astrea2012contrastoCampionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 26^ giornata (9^ritorno) – Città S. Angelo (Pe), 10/03/2013

RENATO CURI ANGOLANA-ASTREA 0-2

RC Angolana: Angelozzi, Cancelli, Natalini, Vespa, Scampamorte, Ferrante, Pagliuca, Farindolini, D´Ancona 44´ st Boi), Ferraresi, Musilli. A disp;
De Flaviis, Spoltore, Di Donato, Ranauro, Gambacorta, Cuozzo, Boi. All. Miani

Astrea: Turbacci, De Franco (27´pt Pentassuglia), Briotti, Mollo, Di Fiordo, Cipriani, Gaeta (13´st Sorrentino), Bellini, Di Iorio, Ramacci (42´ st Sannibale), Mania. A disp; Paracucchi, Sannibale, Veneziano, Pentassuglia, Valeri, Sorrentino, Giuntoli. All. Ferazzoli

Arbitro: Alberto Sartori di Este

Marcatori: 8´pt Mollo, 43´st Sorrentino.

Note: espulso Vespa 44' st. Ammoniti: Mollo, Di Iorio, Mania, Scampamorte, D´Ancona, Vespa.
Recupero: 3´ pt e 4´ st. Angoli 2-3. Spettatori 300 circa.

L'Astrea blocca la serie positiva dell'Angolana che la vedeva vincente nelle ultime sette partite di campionato, conquista i preziosi tre punti in trasferta che spesso le sono mancati al di fuori delle mura amiche di Casal del Marmo, e si riavvicina al quinto posto in classifica portandosi a 40 punti. Una buona prova, propiziata dal vantaggio dei nostri maturato al 8' pt grazie a Mollo che a pochi passi dalla linea di fondo ha messo in rete un pallone apparentemente innocuo, ed in cui l'Astrea si è limitata per lo più a controllare la formazione nerazzurra di mister Miani.
Altre azioni degne di nota soprattutto nella ripresa: al 4' st Di Iorio di testa si avvicina al raddoppio e cinque minuti dopo, sempre grazie all'assist di Di Iorio, è Gaeta che impensierisce la retrgoguardia di casa con un diagonale che finisce di poco a lato. Al 43' st arriva il gol che chiude la partita con un'azione insistita di Di Iorio che arriva in area e conclude in porta costringendo Angelozzi alla respinta. Sulla sfera è subito pronto Sorrentino buttare in rete ed il match si chiude così.

Nel campionato juniores nazionale, girone I, continua a far bene l'Astrea che nella sfida diretta erode altri punti alla seconda della classe, il Fidene, che la ormai la sopravanza solo di due misure a quota 46 punti: Astrea-Fidene 3-0 con la Lupa Frascati in vetta a soli cinque punti di distanza.

Nei settori Allievi e Giovanissimi provinciali doppia sfida contro il Pescatori di Ostia: male per i Giovanissimi di Salvi che impattano contro gli ospiti per due reti a zero, pareggio a reti inviolate per gli Allievi di mister Sambucini che continuano con i risultati utili rincorrendo, con due partite in meno, il Città di Fiumicino prima con sei punti di vantaggio.

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013  (girone F) – 4^ giornata (4^ritorno) – Ostia Campo Giannattasio, 09/03/2013

 A.S. ASTREA – PESCATORI OSTIA  0 - 2

Astrea: Melnycenco (20’ st. Pignataro), Bettoni (20’ st. Vannini), Fonti (V.Cap.), Salaparuta, Colasanti, Giuli, Di Palma (23’ st. Di Carlo), Calimera (7’ st. Di Pol), Bava (1' st. Matarazzo), Floridi, (18' st Carlini) Spositi (Cap.). A disp. Casani, All. Riccardo Salvi

 I Giovanissimi dell’Astrea non si riscattano dalla brutta prova offerta nel precedente incontro e mancano ancora l’appuntamento con la prima vittoria nel girone di ritorno. Il Pescatori sceso in campo con l’ambizione di fare bottino pieno ci riesce grazie alle qualità caratteriali che lo contraddistinguono. Di contro la squadra di casa non riesce ad andare oltre i propri limiti manifestando ancora una volta mancanza di verve calcistica, attenzione e precisione. Il primo tempo si conclude con il vantaggio ospite maturato con l’usuale disattenzione della retroguardia biancoazzurra. Il secondo tempo regala maggiori emozioni al folto pubblico accorso sugli spalti. Si ricomincia al piccolo trotto ma al 40’ una buona giocata in verticale mette a tu per tu con l’estremo difensore gialloverde il subentrato Matarazzo che però manca di pochissimo la porta. Dal possibile pareggio si passa al raddoppio del Pescatori che con il suo centravanti realizza, da posizione centrale, con una forte conclusione, battendo così l’incolpevole portiere biancoazzurro. Da qui fino alla fine del match i giovanissimi dell’Astrea, con una punta di orgoglio, cercano la marcatura che per imprecisione mancano, in più occasioni, clamorosamente.

Astrea, pari a Scoppito

astreacapitanoCampionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 24^ giornata (7^ritorno) – Scoppito, 24/02/2013

AMITERNINA-ASTREA 1-1

Amiternina: Spacca, D. Lenart, Picoli, Federici, Di Francia , Petrone, Marongiu (12’ st Berardi ), Perfetti , Pedalino, Gizzi, (36’ st Costantino), L. Lenart . All. Angelone.

Astrea: Tubacci, Civita (30’ pt Bellini ), De Franco (30’ st  Briotti), Battisti, Di Fiordo, Cipriani, Pentassuglia (38’ st Gaeta), Ramacci, Di Iorio, Giuntoli, Mania. All. Ferazzoli.

Arbitro: Meraviglia di Pistoia.

Reti: 16’ st Di Iorio (r) e 34’ st Berardi.

Note: 37’ st espulso Angelone (allenatore Amiternina). Ammoniti Giuntoli e Federici. Angoli 5-6 per l’Astrea. Recuperi: pt 1’; st 3'.

Con il pareggio fuori casa è arrivato un punto utile all'Astrea ad allungare la striscia di buone prestazioni fuori casa in stagione, non sempre così benevole sul piano dei risultati al contrario di quelle casalinghe. In ogni caso è stata una prova positiva contro l'Amiternina, al di là di qualunque altra valutazione, sebbene forse, il gol del pari, poteva essere evitato un pochino di attenzione in più nell'ultimo quarto d'ora di gara. I giallorossi tentano sin dall'inizio del primo tempo di guadagnare il predominio territoriale contro un'Astrea ben messa in campo e forte della brillante prestazione con la quale ha battuto la ormai ex capolista Sambenedettese. La prima azione utile per andare a rete è stata non a caso appannagio dell'Astrea, al 10' pt, con Giuntoli, che ha approfittato delle indecisioni della difesa dei padroni di casa per tentare una conclusione dall'area di rigore, ma è stato attento Spacca ad intercettare. Al 34' pt la difesa dell'Astrea verticalizza un pallone che Lenart in area, a pochi metri dallo specchio, colpisce male e manda alto. Al 43' pt, su calcio piazzato, è bravissimo per i biancoazzurri il solito Pentassuglia a calciare in rete dal limite dell'area e ad impegnare Spacca in un provvidenziale salvataggio in corner. Proprio sugli sviluppi del calcio d'angolo da lui guadagnato, lo stesso Pentassuglia manda in rete poco dopo, ma l'arbitro annulla il gol per la posizione di presunto fuorigioco di Di Iorio.

La ripresa, giocata sotto una fitta nevicata, vede l'Astrea molto impegnata nel forcing verso la metà campo dei padroni di casa. Al 15' st Battisti è atterrato in area da Spacca in un tentativo di anticipo che l'arbitro giudica falloso, indicando giustamente il dischetto. Di Iorio al 16' st non sbaglia, regalando all'Astrea l'ennesima rete utile ed il vantaggio. Al 29 ' st Federci crossa in area una punizione laterale che Pedalino manda a rete di testa trovando però un attentissimo Turbacci a deviare in angolo salvando la porta. Al 34' t Berardi è bravo ad approfittare di una disattenzione della difesa per involarsi in area e concludere sul secondo palo insaccando il gol del pareggio. Al triplice fischio il match termina in parità.

La compagine della juniores Nazionale dell'Astrea, dei Mister Ciambella e Miracapillo, conferma nel girone I l'ottimo momento battendo in casa il Città di Marino: 3 a 2 il finale.

A riposo gli allievi provinciali di Sambucini, per i giovanissimi di Riccardo Salvi, nella seconda giornata di ritorno, sconfitta in casa del Grifone Monteverde.

 

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013  (girone F) – 2^ giornata (2^ritorno) – Roma Campo Villa dei Massimi, 23/02/2013

GRIFONE MONTEVERDE - A.S. ASTREA  2 - 0

Astrea: Cesarini, Vannini,  Carlini (23’ st. Di Carlo), Salaparuta, (V.Cap), Fonti, Giuli, Iasevoli, Casani, Bava, Floridi, (15’ st. Matarazzo), Spositi (Cap.) A disp. Melnycenco. All. Riccardo Salvi

 In condizioni climatiche proibitive ed ambientali in cui la parola fairplay rimane un vocabolo di lingua straniera e comunque non per tutti gli addetti ai lavori, i rimaneggiati giovanissimi dell’Astrea hanno offerto una prova di carattere, coraggio e pazienza nel non cadere alle provocazioni, non solo verbali, degli avversari. Sulla partita rimane da dire che un pareggio sarebbe stato un risultato stretto per la compagine biancoazzurra che dopo aver disputato un primo tempo in cui sarebbe potuta passare in vantaggio con le conclusioni di Spositi e Bava, è stata superata nel secondo tempo a seguito di due sfortunati interventi del sempre ottimo Cesarini che nelle occasioni è stato ingannato dalle perfide traiettorie del pallone reso viscido dal campo bagnato. Resta comunque il plauso riconosciuto ai propri ragazzi dai genitori che hanno seguito ed incoraggiato la squadra.

Astrea raggiunta sul pari

Astrea1410.01Campionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 24^ giornata (7^ritorno) – Scoppito, 24/02/2012

 

AMITERNINA-ASTREA 1-1

Amiternina: Spacca, D. Lenart, Picoli, Federici, Di Francia , Petrone, Marongiu (12’ st Berardi ), Perfetti , Pedalino, Gizzi, (36’ st Costantino), L. Lenart . All. Angelone.

Astrea: Tubacci, Civita (30’ pt Bellini ), De Franco (30’ st  Briotti), Battisti, Di Fiordo, Cipriani, Pentassuglia (38’ st Gaeta), Ramacci, Di Iorio, Giuntoli, Mania. All. Ferazzoli.

Arbitro: Meraviglia di Pistoia.

Reti: 16’ st Di Iorio (r) e 34’ st Berardi.

Note: 37’ st espulso Angelone (allenatore Amiternina). Ammoniti Giuntoli e Federici. Angoli 5-6 per l’Astrea. Recuperi: pt 1’; st 3'.

Con il pareggio fuori casa è arrivato un punto utile all'Astrea ad allungare la striscia di buone prestazioni fuori casa in stagione, non sempre così benevole sul piano dei risultati al contrario di quelle casalinghe. In ogni caso è stata una prova positiva contro l'Amiternina, al di là di qualunque altra valutazione, sebbene forse, il gol del pari, poteva essere evitato un pochino di attenzione in più nell'ultimo quarto d'ora di gara. I giallorossi tentano sin dall'inizio del primo tempo di guadagnare il predominio territoriale contro un'Astrea ben messa in campo e forte della brillante prestazione con la quale ha battuto la ormai ex capolista Sambenedettese. La prima azione utile per andare a rete è stata non a caso appannagio dell'Astrea, al 10' pt, con Giuntoli, che ha approfittato delle indecisioni della difesa dei padroni di casa per tentare una conclusione dall'area di rigore, ma è stato attento Spacca ad intercettare. Al 34' pt la difesa dell'Astrea verticalizza un pallone che Lenart in area, a pochi metri dallo specchio, colpisce male e manda alto. Al 43' pt, su calcio piazzato, è bravissimo per i biancoazzurri il solito Pentassuglia a calciare in rete dal limite dell'area e ad impegnare Spacca in un provvidenziale salvataggio in corner. Proprio sugli sviluppi del calcio d'angolo da lui guadagnato, lo stesso Pentassuglia manda in rete poco dopo, ma l'arbitro annulla il gol per la posizione di presunto fuorigioco di Di Iorio.

La ripresa, giocata sotto una fitta nevicata, vede l'Astrea molto impegnata nel forcing verso la metà campo dei padroni di casa. Al 15' st Battisti è atterrato in area da Spacca in un tentativo di anticipo che l'arbitro giudica falloso, indicando giustamente il dischetto. Di Iorio al 16' st non sbaglia, regalando all'Astrea l'ennesima rete utile ed il vantaggio. Al 29 ' st Federci crossa in area una punizione laterale che Pedalino manda a rete di testa trovando però un attentissimo Turbacci a deviare in angolo salvando la porta. Al 34' t Berardi è bravo ad approfittare di una disattenzione della difesa per involarsi in area e concludere sul secondo palo insaccando il gol del pareggio. Al triplice fischio il match termina in parità.

La compagine della juniores Nazionale dell'Astrea, dei Mister Ciambella e Miracapillo, conferma nel girone I l'ottimo momento battendo in casa il Città di Marino: 3 a 2 il finale.

A riposo gli allievi provinciali di Sambucini, per i giovanissimi di Riccardo Salvi, nella seconda giornata di ritorno, sconfitta in casa del Grifone Monteverde.

 

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013  (girone F) – 2^ giornata (2^ritorno) – Roma Campo Villa dei Massimi, 23/02/2013

GRIFONE MONTEVERDE - A.S. ASTREA  2 - 0Astrea: Cesarini, Vannini,  Carlini (23’ st. Di Carlo), Salaparuta, (V.Cap), Fonti, Giuli, Iasevoli, Casani, Bava, Floridi, (15’ st. Matarazzo), Spositi (Cap.) A disp. Melnycenco. All. Riccardo Salvi

 In condizioni climatiche proibitive ed ambientali in cui la parola fairplay rimane un vocabolo di lingua straniera e comunque non per tutti gli addetti ai lavori, i rimaneggiati giovanissimi dell’Astrea hanno offerto una prova di carattere, coraggio e pazienza nel non cadere alle provocazioni, non solo verbali, degli avversari. Sulla partita rimane da dire che un pareggio sarebbe stato un risultato stretto per la compagine biancoazzurra che dopo aver disputato un primo tempo in cui sarebbe potuta passare in vantaggio con le conclusioni di Spositi e Bava, è stata superata nel secondo tempo a seguito di due sfortunati interventi del sempre ottimo Cesarini che nelle occasioni è stato ingannato dalle perfide traiettorie del pallone reso viscido dal campo bagnato. Resta comunque il plauso riconosciuto ai propri ragazzi dai genitori che hanno seguito ed incoraggiato la squadra.

L'Astrea stoppa la Samb

astreacapitomboloCampionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 23^ giornata (6^ritorno) – Casal del Marmo, 12/02/2013

 

ASTREA-SAMBENEDETTESE 3-2

 

Astrea: Turbacci, Veneziano (17’ st De Franco), De Franco, Battisti, Di Fiordo, Cipriani, Mollo, Ramacci, Di Iorio, Giuntoli (39’ st Gaeta), Mania

A disp. Paracucchi, Sannibale, Lorenzini, Briotti, Gaeta, Valeri, Della Cioppa

  1. All. Ferazzoli

 

Sambenedettese: Barbetta, Camilli (25’ st Carminucci), Djibo, Scartozzi, Ianni, Marini, Napolano, Carpani, Santoni (23’ st Puglia), Traini, Forgione (45’ st Shiba)

A disp. Piagnerelli, Aquino, Carminucci, Onesti, Akrapovic, Puglia, Shiba

  1. All. Palladini

Arbitro: Alfarè di Mestre

 

Marcatori:13′ Giuntoli, 16′ Di Iorio, 42′ Traini, 44′ Santoni, 71′ Di Iorio

 

Note: Espulso Carminucci, punito per aver colpito il secondo portiere dell'Astrea in panchina. Ammoniti Marini, Mollo. Angoli 3-2 per l'Astrea, 350 spettatori circa.

 

L'Astrea con una prova maiuscola e grande tenacia, riaggancia le posizioni utili per avvicinarsi alla zona playoff battendo l'ormai ex capolista Sambenedettese, scivolata al secondo posto dietro al San Cesareo, avanti di un punto dopo la vittoria interna contro la Recanatese. Tre perle di Giuntoli e Di Iorio (quest'ultimo autore di una bella doppietta), stendono dunque i rossoblù, in una delle gare più avvincenti e brillanti della stagione, e che tra l'altro ha confermato l'imbattibilità dei biancoazzurri tra le mura amiche, con ben 9 vittorie e 2 pareggi da inizio campionato. Particolarmente rammaricati nelle dichiarazioni del dopo partita gli ospiti della Samb, che non ci stanno a perdere contro un'Astrea che pure- per stessa ammissione dell'allenatore e del Presidente- è stata giustamente giudicata superiore per gran parte dell'incontro. A volte però, anziché cercare inesistenti tesi complottistiche o trame oscure, bisognerebbe accettare che le partite, molto più semplicemente, si possono vincere o perdere, e l'Astrea a Casal del Marmo ha vinto con merito, senza sé e senza ma.

 

Passando alla cronaca, al 3′ pt punizione dalla trequarti di campo di Napolano, Turbacci blocca sicuro. Al 13′ pt arriva il primo gol dell'Astrea: Giuntoli riceve palla da Ramacci, si inserisce tra Djibo e Carpani e trovandosi a tu per tu con Barbetta pennella un'ottima palla in rete. Tre minuti dopo arriva il raddoppio dei bianzoazzurri: Di Iorio supera Marini e a sinistra - dribblando Camilli- beffa Barbetta insaccando di potenza un gran tiro a giro. Non paga del doppio vantaggio l'Astrea continua a trovar coraggio offensivo e la Sambenedettese sembra annichilita dal 2 a 0 ravvicinato.

Al 29′ pt il tentativo di tiro di Scartozzi finisce alto.Al 39′ pt angolo di Mania, Battisti di testa manda di poco fuori.

Al 41′ pt sugli sviluppi di un corner Scartozzi passa a Napolano e questi cede a Ianni. Si accende poi una breve mischia in area dopo il batti e ribatti, poi Traini manda in rete la palla del 2 a 1 che riapre i giochi per gli ospiti.

Al 44′ pt Napolano crossa a Carpani, che in rovesciata serve Santoni. La prima conclusione dell’attaccante viene respinta dal buon Turbacci, ma sulla ribattuta l’attaccante non sbaglia la rete del pareggio: 2 a 2.

L'Astrea reagisce subito e al 46′ pt Mania sulla sinistra passa a Giuntoli il cui tiro viene murato da Marini. La palla arriva a De Franco che prova la conclusione ma Barbetta trattiene. Il primo tempo si chiude con il pari.

Nella ripresa, nel 5′ st Mania sulla sinistra mette dentro per Di Iorio, che a un passo dalla porta manda fuori.

Al 9'st ′ st sempre Di Iorio riceve palla a destra e serve benissimo nel suo inserimento Mollo, che conclude pericolosamente mandando ad un soffio dal secondo palo.

Al 16’ st azione insistita della Samb, con Santoni che prova a sfondare e Napolano, servito da Forgione, che prova una grande imbucata per Djibo ma l’Astrea non consente di passare con la difesa che ferma abilmente tutto.

Al 25′ st Battisti serve un ottimo assist per Di Iorio, che è bravo a liberarsi di Carminucci e di sinistro trafigge Barbetta mandando sul secondo palo la rete del 3 a 2. 

Al 29’st il destro potente di Mollo dai 30 metri, finisce fuori non di molto. La Samb tenta una timida ripresa ma al triplice fischio, dopo quattro minuti di recupero, la palla viene spazzata via dai nostri. L’Astrea ha potuto festeggiare l’ennesimo successo interno, che le ha dato ragione delle sue incredibili possibilità e del dato oggettivo che il gioco può esprimere, quando tutto funziona, non la rende inferiore a nessun’altra compagine del girone di questo campionato.

 

Festeggia per la juniores l’Astrea che in trasferta rifila il poker al Ginnastica Sora: 0 a 4 il perentorio finale.

 

A riposo i giovanissimi provinciali, l’altro poker è arrivato anche dagli Allievi provinciali che superano il Palidoro con l’ennesimo e largo risultato utile: Sammarco, Di Mario, Buoso (doppietta) i marcatori. Nello scorso weekend per la formazione di Mauro Sambucini era arrivata un’altra vittoria per 1 a 4 sul campo del Primavalle: goal di Pecoraro, Conti, Di Mario e Ranaldi.