Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

icoatletica  badminton icocanoa   icociclismo  icojudo icokarate icolotta iconuoto icopattinaggio icopentathlonmoderno icopugilato icoscherma icosollevamentopesi icosportequestri icosportghiaccio icosportinvernali icotaekwondo icotiroarco icotiroavolo icotriathlon icovela

Astrea raggiunta sul pari

Astrea1410.01Campionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 24^ giornata (7^ritorno) – Scoppito, 24/02/2012

 

AMITERNINA-ASTREA 1-1

Amiternina: Spacca, D. Lenart, Picoli, Federici, Di Francia , Petrone, Marongiu (12’ st Berardi ), Perfetti , Pedalino, Gizzi, (36’ st Costantino), L. Lenart . All. Angelone.

Astrea: Tubacci, Civita (30’ pt Bellini ), De Franco (30’ st  Briotti), Battisti, Di Fiordo, Cipriani, Pentassuglia (38’ st Gaeta), Ramacci, Di Iorio, Giuntoli, Mania. All. Ferazzoli.

Arbitro: Meraviglia di Pistoia.

Reti: 16’ st Di Iorio (r) e 34’ st Berardi.

Note: 37’ st espulso Angelone (allenatore Amiternina). Ammoniti Giuntoli e Federici. Angoli 5-6 per l’Astrea. Recuperi: pt 1’; st 3'.

Con il pareggio fuori casa è arrivato un punto utile all'Astrea ad allungare la striscia di buone prestazioni fuori casa in stagione, non sempre così benevole sul piano dei risultati al contrario di quelle casalinghe. In ogni caso è stata una prova positiva contro l'Amiternina, al di là di qualunque altra valutazione, sebbene forse, il gol del pari, poteva essere evitato un pochino di attenzione in più nell'ultimo quarto d'ora di gara. I giallorossi tentano sin dall'inizio del primo tempo di guadagnare il predominio territoriale contro un'Astrea ben messa in campo e forte della brillante prestazione con la quale ha battuto la ormai ex capolista Sambenedettese. La prima azione utile per andare a rete è stata non a caso appannagio dell'Astrea, al 10' pt, con Giuntoli, che ha approfittato delle indecisioni della difesa dei padroni di casa per tentare una conclusione dall'area di rigore, ma è stato attento Spacca ad intercettare. Al 34' pt la difesa dell'Astrea verticalizza un pallone che Lenart in area, a pochi metri dallo specchio, colpisce male e manda alto. Al 43' pt, su calcio piazzato, è bravissimo per i biancoazzurri il solito Pentassuglia a calciare in rete dal limite dell'area e ad impegnare Spacca in un provvidenziale salvataggio in corner. Proprio sugli sviluppi del calcio d'angolo da lui guadagnato, lo stesso Pentassuglia manda in rete poco dopo, ma l'arbitro annulla il gol per la posizione di presunto fuorigioco di Di Iorio.

La ripresa, giocata sotto una fitta nevicata, vede l'Astrea molto impegnata nel forcing verso la metà campo dei padroni di casa. Al 15' st Battisti è atterrato in area da Spacca in un tentativo di anticipo che l'arbitro giudica falloso, indicando giustamente il dischetto. Di Iorio al 16' st non sbaglia, regalando all'Astrea l'ennesima rete utile ed il vantaggio. Al 29 ' st Federci crossa in area una punizione laterale che Pedalino manda a rete di testa trovando però un attentissimo Turbacci a deviare in angolo salvando la porta. Al 34' t Berardi è bravo ad approfittare di una disattenzione della difesa per involarsi in area e concludere sul secondo palo insaccando il gol del pareggio. Al triplice fischio il match termina in parità.

La compagine della juniores Nazionale dell'Astrea, dei Mister Ciambella e Miracapillo, conferma nel girone I l'ottimo momento battendo in casa il Città di Marino: 3 a 2 il finale.

A riposo gli allievi provinciali di Sambucini, per i giovanissimi di Riccardo Salvi, nella seconda giornata di ritorno, sconfitta in casa del Grifone Monteverde.

 

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013  (girone F) – 2^ giornata (2^ritorno) – Roma Campo Villa dei Massimi, 23/02/2013

GRIFONE MONTEVERDE - A.S. ASTREA  2 - 0Astrea: Cesarini, Vannini,  Carlini (23’ st. Di Carlo), Salaparuta, (V.Cap), Fonti, Giuli, Iasevoli, Casani, Bava, Floridi, (15’ st. Matarazzo), Spositi (Cap.) A disp. Melnycenco. All. Riccardo Salvi

 In condizioni climatiche proibitive ed ambientali in cui la parola fairplay rimane un vocabolo di lingua straniera e comunque non per tutti gli addetti ai lavori, i rimaneggiati giovanissimi dell’Astrea hanno offerto una prova di carattere, coraggio e pazienza nel non cadere alle provocazioni, non solo verbali, degli avversari. Sulla partita rimane da dire che un pareggio sarebbe stato un risultato stretto per la compagine biancoazzurra che dopo aver disputato un primo tempo in cui sarebbe potuta passare in vantaggio con le conclusioni di Spositi e Bava, è stata superata nel secondo tempo a seguito di due sfortunati interventi del sempre ottimo Cesarini che nelle occasioni è stato ingannato dalle perfide traiettorie del pallone reso viscido dal campo bagnato. Resta comunque il plauso riconosciuto ai propri ragazzi dai genitori che hanno seguito ed incoraggiato la squadra.

L'Astrea stoppa la Samb

astreacapitomboloCampionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 23^ giornata (6^ritorno) – Casal del Marmo, 12/02/2013

 

ASTREA-SAMBENEDETTESE 3-2

 

Astrea: Turbacci, Veneziano (17’ st De Franco), De Franco, Battisti, Di Fiordo, Cipriani, Mollo, Ramacci, Di Iorio, Giuntoli (39’ st Gaeta), Mania

A disp. Paracucchi, Sannibale, Lorenzini, Briotti, Gaeta, Valeri, Della Cioppa

  1. All. Ferazzoli

 

Sambenedettese: Barbetta, Camilli (25’ st Carminucci), Djibo, Scartozzi, Ianni, Marini, Napolano, Carpani, Santoni (23’ st Puglia), Traini, Forgione (45’ st Shiba)

A disp. Piagnerelli, Aquino, Carminucci, Onesti, Akrapovic, Puglia, Shiba

  1. All. Palladini

Arbitro: Alfarè di Mestre

 

Marcatori:13′ Giuntoli, 16′ Di Iorio, 42′ Traini, 44′ Santoni, 71′ Di Iorio

 

Note: Espulso Carminucci, punito per aver colpito il secondo portiere dell'Astrea in panchina. Ammoniti Marini, Mollo. Angoli 3-2 per l'Astrea, 350 spettatori circa.

 

L'Astrea con una prova maiuscola e grande tenacia, riaggancia le posizioni utili per avvicinarsi alla zona playoff battendo l'ormai ex capolista Sambenedettese, scivolata al secondo posto dietro al San Cesareo, avanti di un punto dopo la vittoria interna contro la Recanatese. Tre perle di Giuntoli e Di Iorio (quest'ultimo autore di una bella doppietta), stendono dunque i rossoblù, in una delle gare più avvincenti e brillanti della stagione, e che tra l'altro ha confermato l'imbattibilità dei biancoazzurri tra le mura amiche, con ben 9 vittorie e 2 pareggi da inizio campionato. Particolarmente rammaricati nelle dichiarazioni del dopo partita gli ospiti della Samb, che non ci stanno a perdere contro un'Astrea che pure- per stessa ammissione dell'allenatore e del Presidente- è stata giustamente giudicata superiore per gran parte dell'incontro. A volte però, anziché cercare inesistenti tesi complottistiche o trame oscure, bisognerebbe accettare che le partite, molto più semplicemente, si possono vincere o perdere, e l'Astrea a Casal del Marmo ha vinto con merito, senza sé e senza ma.

 

Passando alla cronaca, al 3′ pt punizione dalla trequarti di campo di Napolano, Turbacci blocca sicuro. Al 13′ pt arriva il primo gol dell'Astrea: Giuntoli riceve palla da Ramacci, si inserisce tra Djibo e Carpani e trovandosi a tu per tu con Barbetta pennella un'ottima palla in rete. Tre minuti dopo arriva il raddoppio dei bianzoazzurri: Di Iorio supera Marini e a sinistra - dribblando Camilli- beffa Barbetta insaccando di potenza un gran tiro a giro. Non paga del doppio vantaggio l'Astrea continua a trovar coraggio offensivo e la Sambenedettese sembra annichilita dal 2 a 0 ravvicinato.

Al 29′ pt il tentativo di tiro di Scartozzi finisce alto.Al 39′ pt angolo di Mania, Battisti di testa manda di poco fuori.

Al 41′ pt sugli sviluppi di un corner Scartozzi passa a Napolano e questi cede a Ianni. Si accende poi una breve mischia in area dopo il batti e ribatti, poi Traini manda in rete la palla del 2 a 1 che riapre i giochi per gli ospiti.

Al 44′ pt Napolano crossa a Carpani, che in rovesciata serve Santoni. La prima conclusione dell’attaccante viene respinta dal buon Turbacci, ma sulla ribattuta l’attaccante non sbaglia la rete del pareggio: 2 a 2.

L'Astrea reagisce subito e al 46′ pt Mania sulla sinistra passa a Giuntoli il cui tiro viene murato da Marini. La palla arriva a De Franco che prova la conclusione ma Barbetta trattiene. Il primo tempo si chiude con il pari.

Nella ripresa, nel 5′ st Mania sulla sinistra mette dentro per Di Iorio, che a un passo dalla porta manda fuori.

Al 9'st ′ st sempre Di Iorio riceve palla a destra e serve benissimo nel suo inserimento Mollo, che conclude pericolosamente mandando ad un soffio dal secondo palo.

Al 16’ st azione insistita della Samb, con Santoni che prova a sfondare e Napolano, servito da Forgione, che prova una grande imbucata per Djibo ma l’Astrea non consente di passare con la difesa che ferma abilmente tutto.

Al 25′ st Battisti serve un ottimo assist per Di Iorio, che è bravo a liberarsi di Carminucci e di sinistro trafigge Barbetta mandando sul secondo palo la rete del 3 a 2. 

Al 29’st il destro potente di Mollo dai 30 metri, finisce fuori non di molto. La Samb tenta una timida ripresa ma al triplice fischio, dopo quattro minuti di recupero, la palla viene spazzata via dai nostri. L’Astrea ha potuto festeggiare l’ennesimo successo interno, che le ha dato ragione delle sue incredibili possibilità e del dato oggettivo che il gioco può esprimere, quando tutto funziona, non la rende inferiore a nessun’altra compagine del girone di questo campionato.

 

Festeggia per la juniores l’Astrea che in trasferta rifila il poker al Ginnastica Sora: 0 a 4 il perentorio finale.

 

A riposo i giovanissimi provinciali, l’altro poker è arrivato anche dagli Allievi provinciali che superano il Palidoro con l’ennesimo e largo risultato utile: Sammarco, Di Mario, Buoso (doppietta) i marcatori. Nello scorso weekend per la formazione di Mauro Sambucini era arrivata un’altra vittoria per 1 a 4 sul campo del Primavalle: goal di Pecoraro, Conti, Di Mario e Ranaldi.

Astrea OK nel recupero

astreascivolataCampionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – recupero 21^ giornata (4^ritorno) – Casal del Marmo, 06/02/2013

ASTREA-MARINO 2-1

Astrea: Turbacci, Civita, Cipriani, Battisti (11' st Pentassuglia), Di Fiordo, Mania, Mollo (39' st Sannibale), Ramacci, Di Iorio, Giuntoli, De Vecchis (11' st Bellini). A disp. Di Luzio, Veneziano, Sannibale, Pentassuglia, Bellini,Lorenzini, Della Cioppa. All. Ferazzoli.

Marino: Luciani, Simboli (46' Tomassoni), Mirante, Esposito V, Langella, Esposito G, Ciaramelletti, Noviello, Arcobelli (16' st Pietrosanti), Casimirri , Laghigna (31' st Singleton). A disp.: Striano, Tomassoni, Congiu, Saccavino, Serra, Pietrosanti, Singleton. All.: Mariani

Arbitro: Valentina Garoffolo di Vibo Valentia

Marcatori: 36' pt Laghigna (M), 14'st Mollo (A), 32' st Bellini (A)

Note: Angoli 8 – 7. EspulsI Civita (36' st) e Mirante (48'st) per doppia ammonizione. Espulso Esposito V.per fallo da chiara occasione da rete. Ammoniti: Mirante, Simboli, Langella, Luciani, Ciaramelletti, (M) Civita, Di Fiordo, Bellini (A). Recupero: 0' pt e 4' st.200 spettatori circa.

Reduce dall’opaca prestazione di Porto Recanati l’Astrea ritrova la vittoria tra le mura amiche di Casal del Marmo, confermando la tendenza stagionale a dare il meglio di sé soprattutto nelle gare in casa, meno in quelle in trasferta. Il Marino invece, con la sconfitta contro la squadra della Polizia Penitenziaria si conferma fanalino di coda del giorone F, appaiato a 15 punti con il San Nicolò. Passando alla cronaca della partita, al 7' pt, la prima buona occasione da rete arriva per l'Astrea grazie all'incursione di Ramacci in area che poi, spalle alla porta riesce a servire centralmente Battisti ma quest’ultimo manda alta la sua conclusione. Al 14' pt rispondono gli ospiti con un’azione scaturita da un angolo da sinistra battuto da Noviello e finito ad un passo dallo specchio: Langella stacca di testa e la palla termina di poco sulla traversa. Nemmeno un giro d’orologio dopo altro corner per il Marino, battuto da Noviello da destra, e altra buona occasione che offre lo spunto a Casimirri per un velenoso tiro a girare che Luciani riesce miracolosamente a neutralizzare. Al 24' pt l'Astrea sciupa un' ottima possibilità apertasi con Ramacci che dalla fascia destra, privo di marcatori e con il portiere fuori dai pali, non riesce a sfruttare il buon lancio di Battisti per accompagnare in rete una palla spedita invece alta sulla traversa.

Al 28' pt Mania crossa in area verso Giuntoli che di testa ugualmente supera il legno orizzontale.

Al 36' pt matura il gol ospite grazie ad un assist di Casimirri, stop di petto di Arcobelli che libera Laghigna il quale con un rasoterra di prima intenzione sigla il vantaggio per il Marino.

Al 9' st Ramacci prova la conclusione dalla distanza ed il tiro sfiora il palo. Al 14' st sugli sviluppi di un calcio d'angolo di Pentassuglia il colpo di testa di Mollo termina sulla traversa e solo nella ribattuta- sempre Mollo- sigla il gol del pari. Al 20' st Pentassuglia dai venti metri sfiora la rete del vantaggio.

Al 23’ st assist di Mania per Giuntoli che prova di testa e l'estremo difensore del Marino para in due tempi.

Al 32' st arriva il gol del 2 a 1 grazie ad una bella azione avviata da Giuntoli e conclusa da Bellini a rete proprio su cross del fantasista biancoazzurro. Al 40' st da calcio piazzato Esposito V. costringe Turbacci all'uscita e alla deviazione in corner. Al triplice fischio l’Astrea festeggia i tre punti il Marino si rammarica per non aver difeso il vantaggio iniziale e la prestazione su buoni livelli messa in campo nei primi 45 minuti.

 

 

Astrea, a Recanati pesano le assenze

astreaaltraazioneCampionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 22^ giornata (5^ritorno) – Recanati, 03/02/2013

RECANATESE- ASTREA 2-1

RECANATESE : Paniccia'; Di Marino, Commitante, Patrizi, Brugiapaglia; Latini (12' st Agostinelli), Marchetti, Riste', Moriconi (24' st Rachini); Garcia (30 st. Cavaliere), Gigli. A disp: Catinari, Bartomeoli, Guermandi, Morbiducci. All. Omiccioli

ASTREA: Turbacci; De Franco, Di Fiordo, Mania, Veneziano; Bellini, Battisti (21' st Pentassuglia), Ramacci, Giuntoli; Di Iorio, De Vecchis (10' st. Mollo). A disp. Di Luzio, Civita, Lorenzini, Valeri, Della Cioppa. All. Ferazzoli

Arbitro: Ragonesi di Perugia

Marcatori:44' pt Latini, 18' st Garcia, 24' st Pentassuglia

Note: Angoli 2-4. Ammoniti Ristè, Gigli, Bellini, Giutoli, Mollo, Di Marino, Paniccià. Espulso Di Marino al 23' st per fallo da chiara occasione da rete. Recupero 2'pt 4'st,  spettatori 200 circa.

In piena emergenza per mancanza in campo di uomini più esperti del calibro di Cipriani, Simonetta, Gaeta e Briotti, l'Astrea degli under schierata da Ferazzoli ha impattato nella gara esterna contro la Recanatese che ha ben approfittato di una prestazione al di sotto delle consuete possibilità dei biancoazzurri e che purtroppo nel corso di questa stagione troppo spesso si manifestano nelle gare fuori casa. Intanto i leopardiani imponendosi sull'Astrea abbandonano l'ultima posizione in classifica e si portano al terz'ultimo posto in attesa del recupero di mercoledì tra Astrea e Città di Marino.

Nella primo tempo l'Astrea si rende pericolosa al 18' con Brugiapaglia che salva su un velenoso tiro Di Iorio. Al 43' tandem tra Garcia e Moriconi con la conclusione di quest'ultimo che finisce sopra la traversa. Al 44' un lancio di Marchetti ed un' indecisione di Mania in area permettono a Latini di sbloccare il risultato per l'1 a 0 provvisorio.Nella ripresa l'Astrea scende in campo con un altro piglio e sfiora il pareggio con un eccellente diagonale di Di Iorio. La Recanatese non sta a guardare e con un contropiede condotto da Gigli ed Agostinelli sfiora il raddoppio ma Turbacci è stato abile ad uscire e neutralizzare il pericolo. Al 18' sempre Agostinelli si invola sulla destra, mette in mezzo dove Garcia approfitta di un errore di De Franco che manca l'aggancio della palla e favorisce la girata in rete per il 2-0. Di Marino commette fallo da chiara occasione da rete su Di Iorio. L'arbitro applica il regolamento ed estrae il rosso. Punizione calciata da Pentassuglia che indovina la parabola giusta e porta l'Astrea ad accorciare le distanze. Al 27' in mischia Marchetti commette fallo su Giuntoli e Ragonesi indica il dischetto del rigore. Di Iorio insacca ma l'arbitro fa ripetere e stavolta il nostro attaccante spedisce la palla sulla traversa. L'ultimo brivido ai tifosi della Recanatese lo regala Giuntoli che si infila tra le maglie della difesa locale ma Paniccia in extremis si è impossessato della palla. Dopo quattro interminabili minuti, la partita finisce così, con il risultato opposto all'andata in cui l'Astrea aveva superato i leopardiani proprio per due reti ad uno.

Nel campionato juniores l'Astrea di Ciambella e Miracapillo si è imposta senza storia contro la Viterbese restando saldamente in alta classifica, al quinto posto, con 32 punti: Astrea- Viterbese 4-0.

Ancora ottima vittoria degli Allievi dell'Astrea di mister Sambucini che nella gara interna contro il Grifone Monteverde calano il poker grazie alle reti di Ranaldi, Prete, Salvato e Buoso. Sempre con quattro reti perdono i Giovanissimi di Salvi contro il Palocco.

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013  (girone F) – 1^ giornata (1^ritorno) – Ostia Stadio Stella Polare (Pasquale Giannattasio), 02/02/2013

A.S. ASTREA – PALOCCO 0 - 4ASTREA: Cesarini, Fonti (1’ st. Colombino), Calimera (1’ st. Bettoni), Salaparuta (22’ st.Casani), Colasanti, Giuli (25’ st. Carlini), Di Palma, Di Pol (Cap.), Iasevoli (10' st. Falciani), Floridi, (20' st Matarazzo) Spositi (V.Cap.). A disp. Pignataro. All. Riccardo Salvi

Nella gara disputata sabato presso l’impianto della Stella Polare di Ostia si è assistito ad un match dove la capolista Palocco pur dimostrando una maggior caratura tecnica è riuscita a fare bottino pieno anche grazie alle disattenzioni della retroguardia di una Astrea che a sua volta ha dimostrato buona tenuta atletica e voglia di andare in goal per tutti i 70 minuti. La prima parte di gara vedeva un sostanziale equilibrio di giuoco che però veniva rotto da un’ottima verticalizzazione dei centrocampisti ospiti che mandavano in rete la veloce punta esterna. La reazione della squadra di casa si manifestava con due conclusioni dalla distanza che lambivano i legni della porta difesa dal portiere ospite; in chiusura di tempo una sfortunata deviazione di testa del generoso Giuli regalava al Palocco il raddoppio. La seconda parte di gara ricalcava la falsa riga della prima dove al maggior possesso di palla del Palocco l’Astrea rispondeva con delle veloci incursioni che però non si concludevano a rete. I  due gol che portano a quattro le marcature scaturivano da altrettante situazioni da palla ferma che vedevano gli avanti del Palocco essere lesti nel ribattere in rete i palloni dimenticati dai difensori biancoazzurri.

 

Rinvio obbligato per Astrea-Marino

 

 

stadio casal marmoDomenica 27 gennaio non si è diputato come previsto il derby tutto laziale tra Astrea e Marino poichè nella notte tra sabato e domenica, ignoti sono riusciti a penetrare nell'impianto di Casal del Marmo mettendolo a soqquadro, danneggiando gli armadietti in dotazione alla squadra, rubando materiale sportivo e cavi elettrici di rame. Sono intervenuti la Polizia Scientifica (per i rilievi di rito) ed i Vigili del Fuoco che hanno constatato come mancassero le condizioni minime necessarie per giocare.L'arbitro, la signora Valentina Garoffolo di Vibo Valentia, non ha potuto dunque far altro che constatare lo stato degli spogliatoi, dell'impianto di illuminazione ed i cavi scoperti. In mancanza delle necessarie condizioni di sicurezza per la disputa dell'incontro, la partita e' stata rinviata a data da destinarsi per via dei lavori del ripristino della struttura adiacente al carcere minorile di Via Barellai, in dotazione alle Fiamme Azzurre e all'Astrea.

Nel campionato juniores continua lastriscia positiva di risultati per l'undici dell'Astrea di Ciambella e Miracapillo, bravo in trasferta a superare l'Ostia Mare di misura- 1 a 2 il finale - e a restare stabilmente nell'alta classifica al quinto posto con 29 punti, a otto dalla vetta occupata dal Fidene. .

Ennesima buona prova anche per gli Allievi provinciali di Sambucini che continuano la loro rincorsa al Città di Fiumicino- primo in classifica a 40 punti- con un'altra bella e netta vittoria che li conferma al secondo posto a quota 36. Nella gara casalinga contro il Casalotti si è giunti ad un finale di 4 a 1 grazie alle due doppiette di Sammarco e Di Mario. .

Buone notizie anche dai giovanissimi provinciali che si sono imposti sul Fiumicino con un perentorio 3 a 0. .

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013  (girone F) – 13^ giornata (13^andata) – Ostia Stadio Stella Polare (Pasquale Giannattasio), 26/01\/2013.

A.S. ASTREA – FIUMICINO CALCIO 3 - 0.

Astrea: Cesarini, Colombino (1' st Bettoni), Calimera, Casani (10’ st. Colasanti), Salaparuta (V.Cap.), Giuli, Carlini (10' st Spositi), Di Pol (Cap.), Bava (25’ st. Iasevoli), Floridi (25’ st. Di Palma), Matarazzo (1’ st. Falciani. A disp. Pignataro,  All. Riccardo Salvi
Marcatori:7' pt Matarazzo, 32’pt Di Pol, 26’st Iasevoli. .

Si conclude con una vittoria il girone di andata per i giovanissimi dell’Astrea. Partita non facile contro la compagine del Fiumicino Calcio soprattutto nella prima parte di gara dove gli ospiti hanno dimostrato una maggiore voglia di fare la partita arrivando in più occasioni nei pressi dell’area di rigore ed impensierendo la retroguardia biancoazzurra. E’ pero la squadra di casa a sbloccare il risultato alla sua prima occasione con un preciso diagonale di Matarazzo ben imbeccato da Floridi, i biancoblu reagiscono allo svantaggio e solo un provvidenziale recupero di Carlini sulla punta avversaria, oramai a tu per tu con il portiere, ne impedisce il pari. Dal pericolo scampato ne scaturisce il raddoppio dei locali con Di Pol caparbio nel a battere a rete una palla dall’interno dell’area di rigore. Il secondo tempo si riapre con una pericolosa conclusione ospite che colpisce il palo; da quel momento in poi sono i biancoazzurri a menare le danze rendendosi pericolosi con continue azioni che non si concludono a rete per imprecisione dei suoi avanti, su una di queste il subentrato Iasevoli, bravo ad anticipare il portiere con un coraggioso colpo di testa, porta a tre le marcature fissando così il risultato finale.

Astrea, doppio Di Iorio per il pari

Di Iorio SimoneCampionato Serie D- LND 2012/2013 (girone F) – 20^ giornata (3^ritorno) – Roma, 20/01/2013

FIDENE-ASTREA 3-3

Fidene: Prisco, Loreti, Petricca, Martorelli, Bassini, Palermo, Prevete, Pignalberi, Scippa (24’st Pieri, 47’st Sergio), Raso, Selva (27’st Dominici). A disp: Mangerini, Gigliucci, Di Ventura, Sorrentino. All.  Chiappara

Astrea: Turbacci, Lorenzini (16’st Pentassuglia), Civita (26’st De Franco), Di Fiordo, Mania, Battisti, Bellini, Ramacci, De Vecchis, Giuntoli, Simonetta (6’pt Di Iorio). A disp: Veneziano, Valeri, Della Cioppa. All. Ferazzoli

Arbitro:  Chiavaroli di Pescara

Marcatori: 8’pt Selva (F); 12’pt Scippa (F); 29’st e 45’st rig. Di Iorio (A); 31’st Raso (F); 36’st Bellini (A)

Note: Espulsi Paracucchi (A) dalla panchina al 18’st, per ingiurie nei confronti dell’arbitro; Pignalberi (F) al 43’st per fallo di mano; Petricca (F) al 49’st per somma di ammonizioni. Ammoniti: Di Fiordo, Selva, Mania, Martorelli, Dominici. Angoli: 6-3. Recupero: 3’pt; 7’st, 500 spettatori circa.

 

Una prova di carattere e di continuità quella che ha regalato all’Astrea un punto prezioso nel derby di Roma nord contro il Fidene e che ha concesso nei minuti finali di arrivare ad un provvidenziale pareggio al termine di un match in cui gli uomini di Ferazzoli sono stati costretti praticamente sin dall’inizio ad inseguire. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto. Il Fidene subito aggressivo centra la rete nella seconda occasione utile della partita. Nella prima, maturata al 6’pt infatti, grazie ad una punizione dal limite dell'area di rigore, Selva era stato l’autore di un tiro a giro finito di poco sul fondo. I padroni di casa però devono attendere solo due giri di orologio e all'8'st passano in vantaggio grazie ad una rinnovata azione del proprio capitano: Selva aveva conquistato palla al limite, stop e conclusione che si è insaccata alle spalle di Turbacci. Pochi minuti dopo arriva anche il raddoppio con Scippa che anticipa tutti depositando in rete con il destro in scivolata, sul prezioso assist di Loreti dalla destra.
Poco dopo il Fidene ha l'occasione per chiudere la partita con Raso che, di testa, manda alto di un soffio un cross di Loreti. Si chiude così il primo tempo. Nel secondo tempo l'Astrea cambia marcia e ritrova se stessa scendendo in campo con maggiore convinzione. Al 12'st gran tiro dalla distanza di De Vecchis (ex Lariano e Palestrina) che si stampa sulla parte alta della traversa. Ancora Astrea al 15' st con Di Iorio che sfrutta un rinvio impreciso della difesa, prova a piazzare il tiro ma Prisco si supera riesce fortunosamente ad allontanare il pericolo.

Al 25’st' st Selva recupera palla al limite dell'area di rigore avversaria e di tacco serve Pieri che calcia sul secondo palo, con la sfera che sfila di poco a lato. L'Astrea riesce a riportarsi in partita al 29' st con Di Iorio bravo a sfruttare un rimpallo in area di rigore e a battere da distanza ravvicinata il portiere. Dura poco la gioia del gol dei biancoazzurri di Ferazzoli perché, un minuto dopo, dagli sviluppi di un calcio d'angolo, Raso di testa segna il terzo gol per il Fidene. L'Astrea comunque non demorde e continua ad attaccare riuscendo ad accorciare nuovamente le distanze al 36’ st: punizione dai 30 metri, pallone crossato in area, si accende una mischia, la sfera che arriva a Bellini bravo a stoppare ed in girata a trovare un gol bello e prezioso per la squadra. Gli ultimi minuti di gioco sono a dir poco incandescenti. L'Astrea si riversa in attacco cercando di trovare il gol del pareggio e il Fidene, dopo aver avuto nel primo tempo la possibilità di chiudere la partita in diverse occasioni, teme di veder sfumare i tre punti. Le occasioni migliori per l'Astrea arrivano tutte da calcio piazzato. Al 43' da calcio d'angolo, cross al centro dell'area, Pentassuglia colpisce di testa, la palla sbatte sulla traversa ma resta in campo, si accende un mischia all'interno dell'area, la palla finisce sui piedi di Battisti che da pochi passi calcia a botta sicura, ma trova l'opposizione di Pignalberi con il braccio. L'arbitro assegna il calcio di rigore. Sul dischetto va Di Iorio che spiazza il portiere e segna. Si chiude così la partita, con il risultato utile in trasferta finalmente in cascina.

 

Nel campionato juniores nazionale, girone I, l’undici di Ciambella e Miracapillo trova il pareggio casalingo contro il Civitavecchia, la formazione fanalino di coda del girone: 2 a 2 il finale.

Ancora una vittoria per gli Allievi provinciali di Mister Sambucini che dilagano nella trasferta contro il Maccarese, rifilando ben quattro reti con i gol di Di Mario, Ranaldi (doppietta) e Scalfo. Il finale è stato 4 a 0 ed il ritmo di marcia degli Allievi biancoazzurri in campionato è finora sorprendente.

Tornano a sorridere anche i giovanissimi di Salvi con i tre punti guadagnati grazie alla vittoria esterna contro il Città di Acilia.

 

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013 (girone F) – 12^ giornata (12^andata) Acilia Campo San Francesco 19/1/2013

CITTA’ DI ACILIA - A.S. ASTREA 1 - 3

Astrea: Pignataro, Colombino (10° st. Bettoni), Calimera (25° st. Carlini), Salaparuta, Colasanti (1° st. Fonti), Di Palma (Cap.) (1° st. Giuli), Di Pol (27° st.Casani), Spositi (V.Cap.), Bava, Floridi, Matarazzo (18° st. Iasevoli). A Disp. Cesarini. All. Riccardo Salvi

Marcatori: 8° st. Matarazzo, 15° e 22° st. Floridi

Fuori dalle mura amiche e su di un campo appesantito dalla pioggia l’Astrea torna alla vittoria contro un Città di Acilia che ha dimostrato di avere carattere e una buona impostazione tattica. Primo tempo che ha visto le due squadre ben schierate in campo e dove gli ospiti, con passaggi precisi tra i reparti hanno cercato di fare maggiormente la partita riuscendo più volte ad arrivare davanti all’ottimo portiere biancorosso fallendo clamorosamente in una occasione con Matarazzo. I biancorossi di casa, da parte loro, con continue verticalizzazioni sono riusciti ad essere pericolosi e in una di queste hanno centrato il vantaggio allo scadere della prima metà del gioco. Nel secondo tempo si è assistito ad un match caratterizzato da continui capovolgimenti di fronte dove la voglia di prevalere e la maggior qualità tecnica messa in campo dalla squadra biancoazzurra sono riuscite a far ribaltare il risultato raggiungendo dapprima il pareggio con Matarazzo - bravo a buttare in rete una conclusione di Bava - e poi ad andare in vantaggio con Floridi che realizza una doppietta con due giocate di ottima fattura. Nota stonata l’infortunio occorso prima della partita al centrocampista Di Carlo al quale i compagni hanno dedicato la vittoria.

 

 

 

L'Astrea torna alla vittoria

astreamischiaCampionato Serie D- LND 2011/2012 (girone F) – 19^ giornata (2^andata) – Casal del Marmo, 13/01/2013

 

ASTREA-CIVITANOVESE 2-0

 

Astrea: Turbacci, Lorenzini, Civita, Battisti, Briotti, Di Fiordo, Bellini, Ramacci (Pentassuglia 22'st), Simonetta (De Franco 43' st), Giuntoli, De Vecchis (Maurizi 49'st). A disp.: Paracucchi, De Franco, Pentassuglia, Valeri, Bonanni, Maurizi, Della Cioppa. All.: Pino Ferazzoli

 

Civitanovese: Tubaro, Filopati, Boateng, Gadda, Sensi (Ticchi40'st), Mallus, La Vista (Nardone19' st), Bubalo (Galli 1'st), Covelli, Biso, Moretti. A disp.: Ticchi, Porfiri, Balsamo, Monti, Digno, Nardone, Galli. All. Emanuele Cannone

 

Arbitro: Domenico Palermo di Bari

 

Marcatori: Simonetta 43'pt, Giuntoli 42'st (rig ).

 

Note: Al 40' st espulso Tubaro per fallo da chiara occasione da rete su Giuntoli.Ammoniti: La Vista, Bubalo, Gadda, Covelli (C), Di Fiordo (A).Rec: 3' pt 5' st. 300 spettatori circa.

 

L’Astrea ritrova i tre punti e la fiducia nei propri mezzi a seguito della vittoria di Casal del Marmo arrivata dopo tre sconfitte, tra recupero con la Maceratese e le ultime due del girone d’andata. La prima occasione della partita è stata appannaggio degli ospiti: all'8'pt Covelli in area prova centralmente la conclusione di testa raccogliendo l'assist di Bubalo, ma Turbacci bene piazzato trattiene. Al 22' ottima azione concertata tra Simonetta e Giuntoli: proprio il numero dieci biancoazzurro abilmente si è smarcato di tre difensori, ma non è poi riuscito a concludere in porta a tu per tu con l’estremo difensore. Al 30' pt su calcio piazzato Briotti trova la torre di Civita che ha concluso tra le braccia di Tubaro. Al 43'pt occasione d'oro per Simonetta che, sfruttando un errore della difesa (Sensi ha perso palla), è arrivato a pochi metri da Tubaro e non vedendo Giuntoli libero ha tentato la conclusione centrale puntualmente intercettata . Un minuto dopo il fantasista dell’Astrea si fa perdonare tutto con un calcio piazzato dal limite dell'area che si è andato ad infilare sotto l'incrocio dei pali, sorprendendo l'incolpevole estremo difensore ospite. Sullo scadere del primo tempo sempre Simonetta tenta la conclusione dal vertice destro dell'area, ma Tubaro non si fa sorprendere.

Nella ripresa al 7' st, pericolo per l'Astrea sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto per la Civitanovese da Biso: palla in area, Filopati incredibilmente da un passo spedisce sul palo che ha ribattuto la palla in area; sulla ribattuta ha provato a concludere Sensi, ma Ramacci ha intercettato e deviato in nuovamente in angolo. Sul secondo corner ancora batti e ribatti, la difesa biancoazzurra allontana, ma gli ospiti reclamano un presunto fallo di mano di Ramacci. Nell'occasione per proteste viene prima ammonito Mallus e poi fatto allontanare dall'arbitro il team manager della Civitanovese.

Al 40' st espulso anche Tubaro per fallo da chiara occasione da rete su Giuntoli lanciato a rete dopo un contropiede solitario dai trenta metri allo specchio. Al 47' st Nardone impegna Turbacci in una parata non troppo impegnativa.

 

Nel campionato juniores l’Astrea di Ciambella e Miracapillo ha perso in trasferta, rimediando tre reti a zero, contro la Flaminia Civita Castellana. Nel primo tempo l’Astrea mette in campo una squadra compatta che impensierisce la difesa avversaria più volte, ma un errore della difesa regala il vantaggio ai viterbesi. Il secondo tempo vede ancora un grande pressing dell’Astrea, al quale viene probabilmente negato anche un rigore, ma su un angolo fortunoso la Flaminia trova il raddoppio. Una situazione che taglierebbe le gambe a chiunque e così succede. La partita diventa pure nervosa, con qualche ammonito di troppo. La mala sorte si abbatte sull’Astrea che colpisce anche un palo e alla fine subisce il terzo, immeritato gol. Partita per ripartire subito alla grande la prossima giornata.

 

Continua, invece, la marcia trionfale degli Allievi provinciali dell’Astrea guidati da Sambucini che lottano per il primo posto con il Città di Fiumicino, conquistando l’ennesima vittoria schiacciante per 3 a 0 contro il Forte Aurelio. I marcatori sono stati di Mario (doppietta) e Buoso.

 

 

 

Campionato Giovanissimi Provinciali Fascia B 2012/2013 (girone F) – 11^ giornata (11^andata) Ostia Stella Polare “P. Giannattasio” 12/1/2013

A.S. ASTREA – SPORTING FIUMICINO 0 - 1ASTREA Cesarini, Colombino (1° st. Vannini), Calimera, Salaparuta, Colasanti, Giuli, Iasevoli (5° st. Bava), Casani (1° st Di Pol), Falciani (Cap.) (23° st.Carlini), Floridi, Spositi (V. Cap.). A Disp. Pignataro, Di Palma, Di Carlo. All. Riccardo Salvi

Si riprende il campionato dopo la sosta natalizia e sul campo della Stella Polare si è assistito ad un match tirato e combattuto che ha visto la squadra ospite dello Sporting Fiumicino prevalere negli istanti finali della gara grazie ad un rigore concesso dall’arbitro senza il quale però, dobbiamo dire, non si sarebbe potuto giocare ed assistere alla bella prova dei giovani biancoazzurri di casa. Dopo un primo tempo in cui le due compagini, pur provandoci, non riuscivano a superarsi il rientro dagli spogliatoi vedeva lo Sporting Fiumicino maggiormente deciso a far bottino pieno e a consolidare la propria posizione di vertice. Di contro l’Astrea ben mantenendo le distanze tra i reparti e ripartendo con i suoi avanti riusciva sia a tenere in apprensione la difesa avversaria che a controllare il forcing dell’undici ospite fino al già citato tiro dagli undici metri realizzato dal capitano ospite rendendo così vani gli forzi profusi dalla compagine biancoazzurra per la conquista di un pareggio che oramai pensava di avere con merito raggiunto e che avrebbe rappresentato un bel risultato di cartello. Rimane, come dicono quelli bravi, la prestazione della squadra e non è poco.