Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Condividi
icoatletica  badminton icocanoa   icociclismo  icojudo icokarate icolotta iconuoto icopattinaggio icopentathlonmoderno icopugilato icoscherma icosollevamentopesi icosportequestri icosportghiaccio icosportinvernali icotaekwondo icotiroarco icotiroavolo icotriathlon icovela

Astrea, giornata da dimenticare

Condividi

logoastreaL’Astrea manca il rilancio verso le zone alte della classifica: anche nel confronto interno con il Real Monterotondo Scalo a condizionare il risultato finale è la gestione disciplinare, a cominciare dalla grave e controversa decisione di comminare un “rosso” diretto a capitan Mollo già nel primo tempo.

LND Campionato Eccellenza Lazio 2016/2017 (girone A) – 13^ giornata (13^ andata) – Casal del Marmo, 27/11/2016

ASTREA – REAL MONTEROTONDO SCALO 0 - 2 (0 - 1)

ASTREA: Placidi, Forchini (41’ st Puppo), Briotti, Di Benedetto, Cipriani, Sannibale, Ciocchetti, Mollo, Di Iorio (33’ st Parmigiani), Giuntoli, Ciolli (21’ st Giustini). A disposizione: Riccioni, Dionisi, Pioli, Magrini. Allenatore: Quntiliano Mastrodonato.

REAL MONTEROTONDO SCALO: Baldoni, Savini, Marini, Politano, De Simone, Benda, Longo (24’ st De La Vallée), Colombini, Nardecchia (41’ st Italiano), Romondini, Grelloni. A disposizione: Giordano, Albanesi, Fiorentini, Toncelli, Sacripanti. Allenatore: Mirko Granieri.

Arbitro: Marco Ferrara di Roma 2.

Assistenti: Daniele Conti di Roma 2 e Willy Mounga di Aprilia.

Marcatori: 9’ pt Nardecchia, 7’ st Colombini.

NOTE – Espulsi: Mollo (36’ pt per proteste), Briotti (28’ st per doppia ammonizione). Ammoniti: Ciolli, Briotti, Di Iorio, Sannibale, Forchini, Cipriani, Benda, Marini, Longo. Angoli: 5–6. Recupero: 3’ pt – 1’ st.

Senza nulla togliere ai meriti degli eretini – bravi a capitalizzare sugli errori dei padroni di casa grazie alla compattezza e alla disciplina tattica – l’Astrea spreca una ghiotta occasione per riportarsi a ridosso dei vertici nel girone: e sull’andamento del match pesa non poco la gestione del direttore di gara, particolarmente punitiva nei confronti dei biancoazzurri al di là delle pecche caratteriali o tecniche degli uomini di Mastrodonato. Due episodi condizionano l’incontro nella prima frazione: un errore difensivo che favorisce il precoce vantaggio degli ospiti e l’espulsione diretta di capitan Mollo, troppo vivace nelle sue rimostranze dopo un intervento di mano della difesa avversaria che aveva fatto gridare al rigore. Al rientro negli spogliatoi anche la panchina dell’Astrea viene decimata a seguito dell’allontanamento del “secondo” Montarani e del fisioterapista Aschettino decretato dall’arbitro: anche qui una decisione che è apparsa quanto meno fuori contesto. Fatto sta che già in avvio di ripresa la partita si è indirizzata definitivamente sul fronte di Monterotondo: prima una traversa di Colombini, poi un pallone ribadito in rete dallo stesso attaccante eretino e il raddoppio è cosa fatta. Ci sarebbe tempo per tentare la rimonta, ma il legno che respinge una conclusione di Giuntoli ed un altro fallo da rigore - non rilevato su Briotti – mortificano gli sforzi dei biancoazzurri: che alla fine devono arrendersi dopo la seconda ammonizione dello stesso Briotti, condannato così anzitempo agli spogliatoi. Giornata davvero da dimenticare, ma domenica è in programma la trasferta sul campo della Sabina con l’imperativo di un pronto riscatto.