Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

icoatletica  badminton icocanoa   icociclismo  icojudo icokarate icolotta iconuoto icopattinaggio icopentathlonmoderno icopugilato icoscherma icosollevamentopesi icosportequestri icosportghiaccio icosportinvernali icotaekwondo icotiroarco icotiroavolo icotriathlon icovela

Vela, Djke OK a Pasquavela

velatan001Sulla scorta del quarto posto del Campionato Invernale di Anzio – una manifestazione tribolata per le condizioni ambientali, ma di alto livello tecnico – la Djke delle Fiamme Azzurre arriva fiduciosa all’appuntamento di Pasquavela: il mare di Porto Santo Stefano ospita la 26^ edizione della rassegna velistica, stavolta dal 29 marzo al 1° aprile, sempre in concomitanza con le feste pasquali.

Judo, Di Guida combattivo nel Grand Prix

imagesCAMU3R7NDopo l’approccio con i tornei nazionali Open e le prove di World Cup, si comincia a fare sul serio: a Samsun, in Turchia (30/31 marzo), c’è il debutto dei judoka azzurri in un torneo valido per il circuito Ijf Grand Prix. Il migliore del terzetto targato Polizia Penitenziaria è Domenico Di Guida, che arriva al 3° turno dei 100kg e alla fine conquista un pregevole 7° posto: per il giovane napoletano, vittoria per Ippon sul turco Feyyaz Yazici e poi sull’uzbeko Ramziddin Sayidov. Pur nelle dinamiche del rinnovamento consueto nella stagione post-olimpica, il campo dei partenti denota il solito livello tecnico altissimo: a frenare il ragazzo delle Fiamme Azzurre è il russo di turno, Adlan Bisultanov, che poi va sul trono battendo in finale l’azero Elmar Gazimov. Negli 81kg, Massimiliano Carollo (9°) passa il 1° turno per sorteggio mettendosi quindi alla cintura lo scalpo del georgiano Iason Chilindrishvili – atterrato prima del limite – ma l’ulteriore impresa non riesce contro l’ucraino Vitaliy Dudchyk: è proprio quest’ultimo ad approdare alla finale, persa contro il veterano italo-francese Loic Pietri.

Ancora qualcosa da registrare per Elena Moretti, salita nella categoria 52kg (17^ in un ranking di partenza da 19): parecchie avversarie sono quelle della sua vecchia fascia di peso e comunque nell’occasione il 1° turno è fatale nel match che vede la bresciana opposta alla russa Yuliya Ryzhova. Per la cronaca, a trionfare è la kosovara Majlinda Klemendi, veramente imbattibile.

Triathlon, Ascenzi sul podio ai Tricolori di duathlon

ascenzifronteTanta pioggia, a Romano di Lombardia, ma anche tanti atleti al via: i Campionati Italiani di duathlon sprint (24 marzo) hanno riservato uno spettacolo impressionante sotto il profilo della partecipazione e, di conseguenza, un livello tecnico eccezionalmente elevato per la prima rassegna tricolore della stagione. Con Davide Uccellari comprensibilmente in ritardo di condizione – in ogni caso ci si è messo di mezzo anche un intoppo inatteso nel tratto di corsa – le Fiamme Azzurre hanno portato a casa una medaglia di bronzo nella gara maschile grazie ad Alex Ascenzi ed un valido 4° posto di Charlotte Bonin nella prova femminile. Il dato tecnico ha offerto tra gli uomini un podio occupato dal pusterese Matthias Steinwandtner (55’24”), dal carabiniere altoatesino Daniel Hofer (55’29”) e dal nostro Ascenzi (55’34”), mentre “Uccio” ha chiuso al 7° posto (56’01”).

Tuffi, Spaziani brava al rientro

SpazianiIndoorPrimo obiettivo, scrostare la ruggine: ferma praticamente dalla prova olimpica di Londra, fermata in inverno da un fastidioso problema organico, Brenda Spaziani riprende confidenza con il suo programma di tuffi dalla piattaforma presentandosi al via dell “Coppa Rio 2016” in calendario nel polo natatorio “Bruno Bianchi” di Trieste (22/24 marzo). Naturale che si tratti solo di un primissimo approccio e che la condizione atletica, come la preparazione tecnica, sia ancora approssimativa: eppure la tuffatrice delle Fiamme Azzurre mette insieme un punteggio accettabile, 249.05 in finale dopo il 235.65 dell’eliminatoria, che le assicura il secondo posto nella manifestazione federale alle spalle della triestina Giulia Belpasso (264.65, mentre in qualificazione la migliore era stata Giorgia Barp con 252.20). Ora si tratta di recuperare il tempo perduto per le necessità terapeutiche e di migliorare la forma in vista dei Tricolori primaverili di Torino (12/14 aprile).

Nuoto, Santucci test agli Open di Spagna

SantuccivascaAll’esito della stagione dei collegiali, il nuoto italiano fa il punto della situazione con un test agonistico ai Campionati Spagnoli Open di Pontevedra (21/24 marzo): tra i convocati, anche il vice-iridato della staffetta Michele Santucci, che si cimenta nelle tre prove veloci dello stile libero conquistando anche un 4° posto nei 50 metri. Riportiamo il dettaglio completo delle prestazioni ottenute dal nuotatore aretino, prima di puntare sui Tricolori in vasca lunga di Riccione (9/13 aprile), preludio ad una stagione che vedrà gli azzurri impegnati nei Giochi del Mediterraneo di Mersin (20/24 giugno),nel le Universiadi di Kazan (6/11 luglio) e soprattutto nei Mondiali di Barcellona (dal 28 luglio al 4 agosto): 50m sl (21), (4) Michele Santucci 22”81 (6b 23”12, 5sf 22”98); 100m sl (23/24), (12)sf Michele Santucci 50”34 (1b 50”10); 200m sl (22), (9) Michele Santucci 1’52”15 (10b 1’53”24)

Pentathlon, De Santis imbattibile nella scherma a Modena

tullioIn attesa di definire la programmazione per la stagione internazionale, il calendario federale si arricchisce di test agonistici dalle caratteristiche un po’ insolite: è così per il “Penta torneo” di Modena, una manifestazione a margine del campionato Italiano “under 14” (23/24 marzo).

Al via diversi atleti militanti nelle categorie maggiori ed anche gli assoluti, tra i quali si presenta il nostro Tullio De Santis: il programma prevedeva al sabato una gara di scherma con il regolamento pentathlon, girone all’italiana ad una sola stoccata, e la domenica una gara di combinata, con 200m di nuoto e 3000m di corsa. Nell’occasione Tullio esce dal “pentatorneo” del sabato con un risultato quasi clamoroso: stravince infatti la scherma con 34 vittorie e sole 3 sconfitte. Poi l’impegno della domenica: De Santis inizia la gara di combinata con il terzo tempo di nuoto, 2’05”8 e poi nella corsa, con 9’53”, mantiene la posizione, aggiudicandosi il bronzo. Vince la “strana prova” l’azzurro dei Giochi di Londra Nicola Benedetti.