Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

icoatletica  badminton icocanoa   icociclismo  icojudo icokarate icolotta iconuoto icopattinaggio icopentathlonmoderno icopugilato icoscherma icosollevamentopesi icosportequestri icosportghiaccio icosportinvernali icotaekwondo icotiroarco icotiroavolo icotriathlon icovela

Ciclismo, Ciccone sfiora il podio iridato

cicconepechino2Una stagione insolitamente accelerata dell’attività su pista porta a celebrare i Campionati Mondiali sul velodromo di Minsk ancora in periodo invernale (20/24 febbraio): e nella capitale bielorussa il nostro Angelo Ciccone ha ottenuto il suo miglior piazzamento della carriera in chiave iridata, sfiorando il podio nella Madison corsa in coppia con Liam Bertazzo. Domenica 24 febbraio, sulla distanza di 50km (200 giri, intervallati dai consueti 10 sprint), il pistard delle Fiamme Azzurre è stato sul podio fino a due volate dalla conclusione: poi l’argento virtuale si è mutato nella temuta medaglia di legno a causa della fuga andata a buon fine da parte di Francia, Spagna e Germania. Non è così bastato il bottino di 12 punti accumulato dalla coppia italiana, molto attiva per tutta la competizione. Oro ai francesi Brisse-Kneisky (18), davanti ai spagnoli Muntaner-Torres (15) e ai tedeschi Bommel-Reinhardt (13).

Atletica, tre titoli dai Tricolori invernali

banigrossetoCon i Campionati Nazionali di cross (Abbadia di Fiastra, 10 febbraio), gli Assoluti al coperto (Ancona, 16/17 febbraio) e infine con i Tricolori di lanci lunghi (Lucca, 23/24 febbraio), la stagione invernale dell’atletica comincia a fornire i suoi verdetti più attesi in campo nazionale: per quanto l’attività delle Fiamme Azzurre, rispetto agli anni più recenti, sia stata relativamente più ridotta in questo momento.

In ogni caso dalla rassegna indoor del Banca Marche Palas sono arrivati due titoli tricolori con Audrey Alloh sui 60m (7”37 praticamente al photofinish con la romana Ilenia Draisci) e con Chiara Rosa nel peso (qui invece dominio assoluto con 18.11 al secondo lancio, oltre un metro meglio della portacolori della Forestale, Julaika Nicoletti, ferma a 16.95). Per entrambe c’è stata così la certezza della convocazione per gli Europei al coperto di Goteborg, in programma ad inizio marzo nella Scandinavium Arena. Da segnalare, ad Ancona, anche il 3° posto del veterano Giulio Ciotti (2.18), in una gara che ha espresso il nuovo primato italiano con Silvano Chesani a 2.33. La marciatrice Eleonora Giorgi, pur attesa, non ha invece potuto prendere parte alla prova sui 3000m a causa di un leggero affaticamento muscolare che ha consigliato uno stop precauzionale.

Il terzo titolo della stagione è invece giunto dalle pedane del Campo Scuola “Moreno Martini” di Lucca, dove peraltro Zahra Bani ha faticato più del previsto per aver ragione nella finale del giavellotto della giovanissima Sara Jemai (51.93 contro 51.77). Il bottino della Polizia Penitenziaria non è stato sostanzioso come in altri anni, visto che Laura Bordignon ha dovuto dare forfeit nel disco per un problema muscolare mentre la martellista Silvia Salis ha preferito escludere impegni agonistici invernali dalla sua programmazione, continuando la preparazione al centro tecnico di Castelporziano.

Quanto alla prova tricolore di corsa campestre, la nostra Valeria Roffino ha interpretato con grande determinazione la gara, arrivando ad attaccare per il podio l’italo-marocchina dell’Esercito Fatna Maraoui in pratica fino all’ultimo metro.

Questo il consueto dettaglio tecnico dello scorcio di stagione:

Ancona 9 febbraio – 800m: (2) Lorenza Canali 2’11”16

Bergamo 9 febbraio – alto: (1) Giulio Ciotti 2.18; 60hs: (4) Elisa Bettini 8”94 (1b2 8”74)

Abbadia di Fiastra 10 febbraio – cross donne (8km): (4) Valeria Roffino 26’41”; cross uomini (10km): (17) Antonello Landi (Pol Pen) 30’48”, (24) Angelo Iannelli 31’09”, (32) Berardino Chiarelli 31’30”

Lucca 10 febbraio – giavellotto: (1) Tiziana Rocco 49.72

Ancona 16/17 febbraio – 60m (b): (1) Audrey Alloh 7”37 (1b4 7”50, 1sf2 7”37); 800m (b): (4)A Lorenza Canali 2’09”42; 60hs (a): (11) Elisa Bettini (6sf2) 8”88 (3b2 8”84); alto (b): (3) Giulio Ciotti 2.18; alto (a): (5) Elena Brambilla 1.78; asta (b): (9) Tatiane Carne 3.70; lungo (a): (7) Valeria Canella 5.90 (5Q 5.95); peso (a): (1) Chiara Rosa 18.11

Lucca 23 febbraio – giavellotto: (1) Zahra Bani 51.93

Ghiaccio, Carolina Kostner in forma mondiale a L'Aja

kostnerassago01Mentre le nostre coppie, entrambe medagliate agli Europei di Zagabria, hanno programmato di rifinire la preparazione negli States, appena al di qua del confine col Canada – Anna Cappellini e Luca Lanotte a Novi, Stefania Berton e Ondrej Hotarek a Detroit – Carolina Kostner ha preferito continuare a costruire la sua stagione in vista dei Mondiali canadesi (London, 10/17 marzo) nell’abituale eremo di Oberstdorf: ma la campionessa del mondo in carica ha pure fissato l’appuntamento della “Challenge Cup” a L’Aja (21/22 febbraio) come ultimo test pre-mondiale. Esattamente come nella passata stagione, prima del trionfo di Nizza.

A giudicare dal risultato ottenuto sulla pista olandese, la portacolori delle Fiamme Azzurre è pronta per affrontare al meglio le grandi rivali, campionesse del calibro di Yu-Na Kim e di Mao Asada: eccellente nel corto, nel quale Carolina ha conseguito il suo nuovo “personale” con 72.81, mentre qualcosa da registrare c’è ancora nel libero. Alla fine il punteggio è stato assolutamente lusinghiero, 126.09, ma la parte tecnica merita sicuramente di essere incrementata al livello di una spettacolare esibizione artistica (70.81 nei “components”, anche qui miglior punteggio di sempre per la gardenese).

C’è da dire che l’atleta della Polizia Penitenziaria ha dominato la competizione con un totale da 198.90, ossia il nuovo PB in gare di ranking Isu: alle sue spalle, ma a rispettosa distanza, si è classificata la colored francese Mae Berenice Meite con 166.55 e ancor più lontana la terza del podio, l’austriaca Kerstin Frank (143.42), che pure è una specialista di dignitosa caratura internazionale.

Ormai, comunque, siamo alla vigilia dell’atteso appuntamento iridato: Carolina partirà la prossima settimana e raggiungerà in Ontario i compagni di squadra per affrontare l’ennesimo duello di una carriera luminosa quanto lunga ed impegnativa. Le gare dei Mondiali saranno integralmente seguite da Rai Sport: le coppie di artistico, con Berton-Hotarek, scenderanno sul ghiaccio mercoledì 13 e venerdì 15 marzo, le coppie di danza, con Cappellini-Lanotte, e il singolare femminile, con Carolina Kostner, sono entrambe in programma giovedì 14 e sabato 16 marzo.

Ma già nel fine settimana dall’8 al 10 marzo è in calendario un’altra rassegna iridata degli sport del ghiaccio che ci interessa da vicino: è quella dello short track di Debrecen, in Ungheria, dove ancora una volta la nostra Cecilia Maffei sarà una delle colonne della formazione azzurra.

Skeleton, Mondiali per Mulassano

mulassano09Sicuramente una data da ricordare, quella del 1° febbraio, che segna il ritorno delle Fiamme Azzurre ai Campionati Mondiali di skeleton: sulla pista olimpica di St.Moritz, Giovanni Mulassano ha gareggiato con il solito coraggio ma anche con le consuete problematiche legate ai materiali. Uscito al 27° posto dopo le prime due discese (2’19”34 il tempo totale, con parziali di 1’09”80 e 1’09”54), il piemontese è sceso poi al 29° nella terza manche (1’10”75 e 3’30”09), restando così escluso dai primi 20 ammessi alla discesa decisiva che ha assegnato a sorpresa l’oro al russo Aleksandr Tretyakov (4’32”35) davanti al fuoriclasse lettone Martins Dukurs, dominatore in Coppa del Mondo (4’32”38): la miglior prestazione di Mulassano è stata perciò registrata nella seconda manche, chiusa al 20° posto.

Successivamente alla preziosa esperienza mondiale, il nostro atleta ha poi preso parte alla finale di Coppa del Mondo a Sochi (15 febbraio), ottenendo il 25° posto con una prima discesa da 59”59 che l’ha separato di circa un secondo dal fatidico 20° posto del giapponese Hiroatsu Takahashi (58”64). Sulla futura pista olimpica del 2014, Martins Dukurs si è preso una pronta rivincita su Tretyakov, conquistando vittoria e trofeo iridato con un totale di 2010 punti. Mulassano ha chiuso al 25° posto con 358 punti, mentre nel ranking mondiale della Fibt è attualmente piazzato al 45° posto con 454 punti.

L’ultimo atto della stagione dello skeleton si è consumato sulla pista austriaca di Igls (20 febbraio), che ha ospitato fuori dai confini nazionali il Campionato Italiano assoluto: qui Giovanni ha pagato in parte il logorio della lunga stagione e dei tanti spostamenti, cedendo il titolo a Marco Zoccolan con un distacco relativamente contenuto (1’49”74 per il portacolori dell’Esercito, 1’50”08 per Mulassano).

Continua nel frattempo l’attività delle altre discipline invernali, in particolare il freestyle: la campionessa delle Fiamme Azzurre Deborah Scanzio, parzialmente recuperata dall’infortunio di Ruka, ha preso parte alla trasferta di Coppa del Mondo in Russia per prendere confidenza con le nevi olimpiche di Sochi (15 febbraio), anche se poi ha preferito non effettuare le prove della gara di “moguls” alla quale era iscritta. In ogni caso Debbi proverà a fare il suo rientro agonistico a metà marzo, in occasione dei Campionati Mondiali di Voss, in Norvegia.

Pentathlon, primo test a Roma

gloriatocchitiroSi apre la stagione agonistica nazionale del pentathlon moderno con una manifestazione regionale dal programma parziale, essendo prevista sulle sole prove del “combined” (tiro-corsa) e del nuoto, svoltasi a Roma negli impianti dell’Acquacetosa (16/17 febbraio).

Nella categoria Seniores maschile Tullio De Santis chiude 5° con il sesto tempo di combined, 11’44”1 e il terzo di nuoto, 2’06”56.

Tullio – 3668 punti - resta a sole 56 lunghezze dal vincitore Riccardo De Luca (3724), e a 16 punti dal secondo classificato, il campione Open in carica Fabio Poddighe (3684). La prestazione complessiva risente ovviamente della mancata disputa della prova di scherma, punto di forza dell’atleta reatino, e in questa ottica c’è da ritenersi più che soddisfatti.

Nella categoria seniores femminile Claudia Cesarini è 3^ sia nella classifica finale che in entrambe le prove, nel combined con 13’42”7 e nel nuoto con 2’25”90: 2964 lo scorte totale e prestazione non brillantissima nel complesso, ma è più che normale dopo il lungo stop per l’infortunio al piede che ne ha anche condizionato la partecipazione ai Giochi Olimpici. Qui vince Alice Sotero, 3104, davanti a Lavinia Bonessio, 2996.

Tra le juniores Gloria Tocchi si impone con 3116 punti, punteggio superiore anche alle seniores. Dapprima vince il “combined” con 13’24”5 e poi è seconda nel nuoto con 2’19”22. In definitiva la giovane romana sembra più che pronta per i prossimi appuntamenti agonistici.

Nel weekend dell’1-3 marzo i nostri tre atleti saranno impegnati nei rispettivi campionati Italiani di Categoria: questi varranno probabilmente come selezione per determinare le squadre da schierare nel circuito internazionale.

Vela, la Djke in caccia del podio

21.djikeFinalmente cielo e vento mettono giudizio: dopo una giaculatoria di rinvii obbligati nel calendario del Campionato Invernale 2012/2013, nel mare di Anzio si è regatato domenica 10 febbraio con una splendida giornata di sole, iniziata con una leggera brezza da nord. La giuria ha messo brevemente in stand by la flotta del J24, in attesa di una condizione più definita, poi ha dato il via: nel corso delle prove si è registrata una rotazione verso ponente, con un vento che si è stabilizzato da 300° e un’intensità che è andata crescendo da 9 a 14 nodi.

Taekwondo, Mastrantoni nei Quarti a Trelleborg

federicamastrantoni2009Un buon rientro internazionale, dopo il test degli Assoluti alla Fiera di Roma, per Federica Mastrantoni: la campionessa di Velletri ha preso parte allo “Swedish Open” di taekwondo (9/10 febbraio), torneo che l’aveva vista sul podio nell’edizione del 2011 – nella categoria olimpica dei 49kg – e che questa volta la piazza al 6° posto nei suoi 53kg.