Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Condividi
icoatletica  badminton icocanoa   icociclismo  icojudo icokarate icolotta iconuoto icopattinaggio icopentathlonmoderno icopugilato icoscherma icosollevamentopesi icosportequestri icosportghiaccio icosportinvernali icotaekwondo icotiroarco icotiroavolo icotriathlon icovela

Pugilato, due titoli in prestito

Condividi

pugilato 2 okUltima parte della stagione che per le Fiamme Azzurre del ring vanno viste soprattutto in prospettiva: dopo la mancata qualificazione di Tommaso Rossano per la rassegna tricolore di Bergamo, vanno a segno due pugili che in occasione delle rispettive finali non vestivano i colori della Polizia Penitenziaria. E così il titolo assoluto dei Supermassimi è andato ancora auna volta a Mirko Carbotti – reclutato pochi giorni dopo dalle Fiamme Azzurre – mentre la maglia dei 64kg “youth” è sulle spalle del giovanissimo Amedeo Sauli, tornato temporaneamente alla sua società d’origine.

Nella sostanza sono due maglie tricolori che andrebbero attribuite alle Fiamme Azzurre: ma nella forma, sia il titolo vinto da Amedeo Sauli nei Superleggeri della categoria “youth” a Roseto (16/19 novembre), sia quello dei Supermassimi assoluti conquistato da Mirko Carbotti a Bergamo (6/11 dicembre), non andranno ad arricchire il palmarès del Gruppo Sportivo. Circostanze determinate nel primo caso dalla necessità di rilasciare il giovane marsicano Sauli al suo club abruzzese per le qualifiche (e quindi anche per le successive finali) e nel caso del romano Carbotti dal fatto che il reclutamento nella Polizia Penitenziaria è stato formalizzato pochi giorni dopo la finale dominata sul ring tricolore contro l’italo-ucraino Tonyshev.

E così bisognerà aspettare la prossima stagione per vedere all’opera con i nostri colori questi campioni: unitamente all’altro nuovo arrivo di dicembre, la promettente Diletta Cipollone, specialista della categoria fino a 54kg.

L’ultimo match nel quale ha combattuto un nostro pugile è quindi quello di qualificazione ai Tricolori elite di Bergamo, un confronto perso con qualche rimpianto da Tommaso Rossano nei pesi massimi contro un esperto veterano della categoria come Simone Fiori: ecco il dettaglio dell’attività svolta, comprendendo per completezza anche gli ultimi incontri disputati da Sauli e Carboti.

ROMA (13 novembre) Qualificazioni Campionati Italiani elite – 91kg: Simone Fiori – TOMMASO ROSSANO 2-1

ROSETO DEGLI ABRUZZI (16/19 novembre) Campionati Italiani youth – 64kg: (1) AMEDEO SAULI (16: bye, QF: V/Gianluigi Malanga 3-0/29-28, 29-28, 29-28, SF: V/Andrea Scarda 3-0/30-27, 29-28, 29-28, F: V/Davide Rizzieri 3-0/29-28, 30-27, 30-27), (29 Davide Rizzieri, (3) Andrea Scarda e Federico Di Paola

BERGAMO (6/11 dicembre) Campionati Italiani elite - +91kg: (1) MIRKO CARBOTTI (16: bye, QF: V/Giuseppe Caccamo DQ R2/10-9, 10-9, 10-9, SF: V/Mario Federici 2-0/28-27, 28-28, 29-27, F: V/Dmytro Tonyshev R2 0’51”/20-18, 20-18, 20-18), (2) Dmytro Tonyshev, (3) Mario Federici e Alessio Spahiu