Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Condividi
icoatletica  badminton icocanoa   icociclismo  icojudo icokarate icolotta iconuoto icopattinaggio icopentathlonmoderno icopugilato icoscherma icosollevamentopesi icosportequestri icosportghiaccio icosportinvernali icotaekwondo icotiroarco icotiroavolo icotriathlon icovela

Scherma, Vismara centra l'iride giovanile

Condividi

vismara oro 4.17Le pedane bulgare portano bene a Federico Vismara: dopo i due argenti europei giovanili conquistati un mese fa, stavolta arriva un oro mondiale a squadre – con il nostro spadista decisivo nei Quarti e in semifinale - nella rassegna iridata juniores disputata ancora a Plovdiv (4/10 aprile).

Voglia di rivalsa dopo il derby perso nei Quarti del torneo individuale con Valerio Cuomo: e il nostro Federico Vismara ha convogliato il suo riscatto in energie positive, che sono risultate decisive per l’oro mondiale a squadre conquistato dagli spadisti azzurri ai Mondiali juniores di Plovdiv (4/10 aprile). La storia parte da venerdì 7 aprile, quando il giovane milanese viene stoppato all’ingresso in zona medaglia da un derby con il napoletano Cuomo: un esito amaro, dopo il doppio argento europeo vinto da Federico meno di un mese fa sempre nella località bulgara, l’antica capitale macedone Filippopoli.

Necessario un reset, in vista della competizione a squadre, dove Vismara ricopre un ruolo tattico fondamentale in veste di “finisseur”: e anche stavolta il talento delle Fiamme Azzurre si trova a meraviglia nel ruolo di stoccatore finale, rimontando i russi nei Quarti e poi infilzando gli ungheresi in semifinale. Sono questi gli assalti più duri dell’intero torneo, entrambi decisi all’ultima botta: in definitiva gli altri duelli quasi non hanno storia.

Ed ecco che Federico costringe al pari il neocampione del mondo Guzhiev e poi si rende protagonista di un vittorioso assalto finale con Bruev, partendo in svantaggio da 31-33: parziale da 10-7 e la Russia è sconfitta. Poi la semifinale con l’Ungheria e il confronto decisivo tra Vismara e Siklosi, bronzo individuale: si parte alla pari, 31-31, ed è proprio l’ultima stoccata del nostro campioncino a risolvere la matassa. Impresa da ricordare.

PLOVDIV (4/10 aprile) Campionati Mondiali juniores di scherma – spada M: (1) Yegor Guzhiev RUS, (2) Valerio Cuomo ITA, (3) Cosimo Martini ITA e Gergely Siklosi HUN, (8) FEDERICO VISMARA (Q/4V-2S, 256: bye, 128: V/Emil Thewanger AUT 15-11, 64: V/Clement Dorigo FRA 15-11, 32: V/Romain Cannone FRA 15-9, 16: V/Linus Islas Flygare SWE 15-10, QF: S/Valerio Cuomo ITA 11-15); spada a squadre M: (1) Italia/Valerio Cuomo-FEDERICO VISMARA-Cosimo Martini-Gian Paolo Buzzacchino (64: bye, 32: V/Cile 45-26, Jorge Valderrama 5-2, 16: V/Israele 45-35, Adi Gutman 4-5, Jacob Pizenberg 3-4, Stanislav Galper 5-1, QF: V/Russia 41-40, Oleg Knysh 4-4, Yegor Guzhiev 0-0, Georgiy Bruev 10-7, SF: V/Ungheria 43-42, Patrik Esztergalyos 3-5, Mate Tamas Koch 3-2, Gergely Siklosi 12-11, F: V/Polonia 45-32, Damian Michalak 4-5, Wojciech Lubieniecki 5-4, Maciej Bielec 5-6)