Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Condividi
icoatletica  badminton icocanoa   icociclismo  icojudo icokarate icolotta iconuoto icopattinaggio icopentathlonmoderno icopugilato icoscherma icosollevamentopesi icosportequestri icosportghiaccio icosportinvernali icotaekwondo icotiroarco icotiroavolo icotriathlon icovela

Statuto Fiamme Azzurre

Condividi

fiamme storia clip image002

Ministero della Giustizia

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA

“Gruppo Sportivo del Corpo di Polizia Penitenziaria

“FIAMME AZZURRE”

 

 

STATUTO SOCIALE

 

 

Art. 1 E’ costituito il Gruppo Sportivo del Corpo di Polizia Penitenziaria, denominato Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre.

 

Art. 2 Le finalità del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre sono le seguenti:

  • contribuire allo sviluppo sportivo nazionale, educando allo sport;
  • incentivare gli appartenenti al Corpo all’attività sportiva mediante la partecipazione a gare;
  • avviare alla pratica sportiva giovani mediante la costituzione di Sezioni Giovanili.

Il Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre non persegue fini di lucro.

 

Art. 3 Il Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre, nello svolgimento dell’attività sportiva si attiene:

  • alle norme tecniche del C.O.N.I. e delle Federazioni Sportive;
  • alle direttive del Consiglio Direttivo, ovvero, per delega del Presidente, del Presidente delle singole specialità.

 

Art. 4 Il Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre ha sede centrale in Roma, presso il Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria.

 

Art. 5 Il Consiglio Direttivo del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre è costituito:

  • dal Capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, che lo presiede;
  • da un Vice Capo del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, che svolge funzioni di vice presidente;
  • dal Direttore Generale del Personale e della Formazione, consigliere;
  • dal Direttore Generale delle risorse materiali, dei beni e dei servizi, consigliere;
  • da due funzionari del Corpo di Polizia Penitenziaria, consiglieri, di cui uno è il Responsabile del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre con funzioni di segretario del Consiglio Direttivo.

 

Art. 6 Il Consiglio Direttivo si riunisce su convocazione del Presidente o, per sua delega, del Vice Presidente, almeno una volta all’anno, per deliberare sulla previsione ed il rendiconto del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre.

 

Art. 7 Il Consiglio Direttivo delibera a maggioranza semplice e le convocazioni sono valide se è presente la metà dei componenti.

 

Art. 8 Del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre fanno parte gli atleti delle singole specialità appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria.

 

Art. 9 La posizione di atleta è attestata da un’apposita tessera rilasciata dalla competente Federazione Sportiva, richiesta dal Presidente o da un suo delegato.

 

Art. 10 Gli atleti possono svolgere attività sportiva soltanto se in possesso dell’idoneità fisica, certificata ai sensi delle vigenti norme e disposizioni.

 

Art. 11 Gli atleti sono vincolati con il Gruppo Sportivo per tutta la durata della loro appartenenza al Corpo di Polizia Penitenziaria.

 

Art. 12 Sotto il profilo retributivo, nulla compete agli atleti in eccedenza a quanto previsto dalle vigenti disposizioni in materia.

 

Art. 13 Gli atleti sono esentati da qualsiasi onere economico per l’espletamento dell’attività sportiva.

 

Art. 14 Gli atleti non possono partecipare, a titolo individuale, a gare o manifestazioni sportive senza la preventiva autorizzazione del Consiglio Direttivo o in caso d’urgenza dal Presidente.

 

Art. 15 Gli atleti assunti secondo la normativa vigente, sono assegnati, anche in sovrannumero, presso la sede in cui esercitano il loro impegno professionale ed agonistico e, in tale sede, restano definitivamente assegnati al termine del loro impegno sportivo.

 

Art. 16 Per meriti sportivi speciali, appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria assunti secondo la normativa vigente, possono essere aggregati nel Gruppo Sportivo Fiamme azzurre previa delibera del Consiglio Direttivo.

 

Art. 17 Il Gruppo Sportivo può svolgere le attività previste dalle Federazioni Sportive Nazionali riconosciute dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano e dal Consiglio Internazionale dello Sport Militare (C.I.S.M.).

Le attività di cui sopra possono essere integrate previa delibera del Consiglio Direttivo.

Art. 18 Il Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre si avvale dei seguenti fondi:

  1. a)fondi di bilancio;
  2. b)fondi dell’Ente Assistenza;
  3. c)contributi e rimborsi da parte del C.O.N.I., delle Federazioni Sportive e delle Società.

 

Art. 19 Gli introiti di cui al punto c) del precedente articolo vengono versati all’Ente di Assistenza per il personale dell’Amministrazione penitenziaria, che li utilizzerà nel rispetto dei regolamenti delle Federazioni.

 

Art. 20 Nessun impegno di spesa può essere assunto per fini diversi da quelli statutari.

 

Art. 21 Le norme contenute nel presente statuto si applicano anche agli atleti assunti prima dell’entrata in vigore del D.P.R. 30 aprile 2002 n. 132.

 

Roma, 19 ottobre 2011

 

Firmato: i componenti del Consiglio Direttivo