Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Condividi

10 luglio 2014 - Consolidare una proficua collaborazione da tempo esistente per realizzare in modo più puntuale le previsioni costituzionali in tema di reinserimento delle persone in esecuzione penale: è questa la finalità del Protocollo d’Intesa che Ministero della Giustizia, Regione Lombardia, Tribunale di Sorveglianza di Brescia e Milano sottoscrivono oggi alle ore 11:00.
E’ l’ottavo protocollo di tale tipo sottoscritto dall’insediamento del nuovo Governo e segue quelli siglati con le Regioni Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Umbria, Puglia e Sicilia. Una particolare attenzione è riservata a quei soggetti che, a causa della loro condizione di tossicodipendenti, necessitano di speciali percorsi riabilitativi, rieducativi e di reinserimento sociale e lavorativo.
Alla firma del Protocollo d’Intesa intervengono il ministro della Giustizia Andrea Orlando, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il presidente del Tribunale di sorveglianza di Brescia Monica Lazzaroni, il presidente del Tribunale di sorveglianza di Milano Pasquale Nobile De Santis e il Provveditore Regionale per l’Amministrazione penitenziaria di Milano Aldo Fabozzi.

Il protocollo 

 

Joomla templates by a4joomla