Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 
Condividi

Gli-ombrelli-parlanti-420x236Ombrelli con frasi d’amore e di felicità prodotti dai detenuti del carcere di Lecce. Sono “Gli ombrelli di Serena”, iniziativa  promossa dalla cooperativa sociale Piano di Fuga per aiutare una bambina affetta da autismo in cura a Bari. L‘iniziativa è stata presentata domenica 9 novembre presso il chiosco-bar sBARra di Borgo San Nicola di Lecce in cui lavorano detenuti che usufruiscono dei permessi lavoro ed ex detenuti.Testimonial del progetto il sindaco di Lecce Paolo Perrone e il direttore della Casa circondariale Rita Russo. “Gli ombrelli parlanti di Serena” è una produzione di ombrelli costituita per la maggior parte da detenuti che stanno scontando la pena all’interno del carcere leccese, con brevi frasi poetiche e di speranza suggerite da Chiara Scardicchio, mamma della piccola Serena. La produzione stampata tra le mura della Casa circondariale serve per sostenere il percorso formativo e riabilitativo della piccola: tutti i proventi delle vendite del progetto saranno destinati a lei. Per acquistare “Gli ombrelli parlanti di Serena” è possibile inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(fonte www.ilpaesenuovo.it)

Joomla templates by a4joomla