Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Stampa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

12 marzo 2015 –  In occasione della Seconda Giornata Nazionale di Teatro in Carcere in concomitanza con la 53a Giornata del Teatro nel Mondo, promossa dall’Istituto Internazionale del Teatro-UNESCO di Parigi, l’Associazione Culturale Baccanica presenta il Reading Teatrale dal titolo “Desideria – L’isola dentro”.
L’evento è previsto per giorno 24 marzo alle ore 16.30 presso i Cantieri Culturali alla Zisa – Sala Perriera, Via P. Gili n.4 Palermo, l’ingresso è riservato agli invitati. “Desideria – L’isola dentro”, prevede delle letture tratte dalle opere di Italo Calvino a cura di Daniela Mangiacavallo, musiche dal vivo di Maurizio Maiorana, con la partecipazione delle attrici Giuditta Jesu  e Giusi Lo Piccolo. Protagoniste e attrici principali del Reading Teatrale sono le donne in esecuzione penale esterna, coinvolte nel progetto artistico “IRIDE: Corpo-Scena in movimento”.
 Laboratorio di teatro e movimento creativo gratuito, “IRIDE: Corpo-Scena in movimento” è  rivolto a donne che beneficiano di misure alternative alla detenzione in carico al U.E.P.E. di Palermo.
Il progetto è ideato e condotto dalla regista Daniela Mangiacavallo  in collaborazione con l’Associazione Culturale Sesamo, nella figura di Valentina Lorito, danzamovimentoterapeuta che cura il lavoro sul movimento. Il laboratorio si svolge all’interno dei Cantieri Culturali alla Zisa, grazie alla concessione di una delle botteghe artigiane da parte del Comune di Palermo – Servizio Attività Culturali. Il progetto è stato fortemente voluto dalla Direttrice del U.E.P.E. - Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Palermo, la Dott.ssa Marina Altavilla che insieme all’equipe di lavoro formata da psicologhe e assistenti sociali e a tutto il personale operano in sinergia al progetto.  Fondamentale altresì il sostegno del Provveditorato Regionale dell’Amministrazione Penitenziaria e della Magistratura di Sorveglianza di Palermo.
Il Teatro insieme alla Danzamovimentoterapia diventa una metodologia efficace per il sostegno alla persona e per una crescita personale, umana e artistica e ne favorisce l’inclusione sociale.  Il teatro è tra i più efficaci strumenti per far emergere la propria identità, mantenerla pur trasformandosi nel tempo, stimolando l’individuo alla cura di se stesso.

Presidente
Daniela Mangiacavallo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile comunicazione
Caterina Ganci  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.