Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Condividi

Sarà perché per loro, avvezzi a trattare la realtà lontana come fosse dietro l’uscio, le distanze sono di fatto abolite, ma verosimilmente perché la solidarietà concreta non ha veramente confini,

fatto sta che gli agenti di Polizia Penitenziaria impegnati a Rebibbia Nuovo Complesso nel sistema delle videoconferenze hanno sottoscritto l’adozione a distanza di tre bambini indiani. Ogni mese essi si quotano ed inviano il ricavato a Pavani, Sundar e Amulger - questi i nomi dei piccoli indiani - che attraverso questo concreto gesto di solidarietà possono guardare ad un futuro sperabilmente più roseo. L’idea è venuta all’Isp. Luigi Bove che ha trovato l’entusiastico consenso di tutto il personale del servizio: la materializzazione dell’iniziativa è stata resa possibile grazie a suor Francesca, dell’ordine delle “Maestre Pie Filippine” di Orvieto, al cui numero di telefono (0763 301966) si possono rivolgere quanti vogliano seguirne l’esempio.

Joomla templates by a4joomla