Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Condividi

Il carcere di Porto Azzurro ha dato vita alla più antica rivista italiana di detenuti. “La Grande Promessa”, infatti, nasce negli anni Cinquanta. Il titolo del periodico fa riferimento

 all’abolizione dell’ergastolo e tratta la vasta problematica della vita dell’istitutodi pena, con una particolare attenzione allo sviluppo legislativo che spaia dalle misure alternative agli sconti di pena, sempre sotto una chiave premiale. Ogni numero della rivista si chiude con delle vignette. Una mostra di “Trent’anni di vignette” potrebbe essere realizzata nel prossimo anno nelle segrete seicentesche, così si augura il direttore D’Andria che afferma: “Questa iniziativa rappresenterebbe uno spaccato interessantissimo non solo della vita dell’istituto, ma un pezzo di storia carceraria.

Joomla templates by a4joomla