Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Condividi

Tommaso Contestabile - direttore del Carcere di Napoli Secondigliano

Presso il Reparto Verde a custodia attenuata del Centro Penitenziario di Napoli Secondigliano, è stato attivato il corso propedeutico al progetto del Prestito d'Onore a cura

dell'Associazione "Insieme", associata a Sviluppo Italia.Tale corso è seguito alla presentazione, da parte dei detenuti ristretti presso il suddetto Istituto, delle domande di finanziamento e alla loro valutazione da parte dell'Associazione "Insieme". Tra la fase iniziale e quella attuativa del progetto è intercorso un notevole lasso di tempo per cui molti dei detenuti che hanno avanzato richiesta di finanziamento sono poi usciti o in misura alternativa o in libertà. Superate le difficoltà iniziali, l'iniziativa è partita coinvolgendo circa 15 detenuti. Sul progetto del Prestito d'Onore, che ha riscosso un notevole interesse a livello ministeriale, si è tenuta una riunione presso il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria nel mese di novembre in cui sono state affrontate le problematiche relative all'iniziativa in oggetto rappresentate in prima battuta dalla necessità del coordinamento, ai fini della riuscita dell'iniziativa, con la Magistratura di Sorveglianza. A tal fine è stato concordato con i rappresentanti della società Sviluppo Italia di concentrare i detenuti, che dovranno partecipare ai corsi di formazione, esclusivamente nelle sedi in cui siano operative le unità periferiche di Sviluppo Italia.
Al termine di questo corso propedeutico, pertanto, la società Sviluppo Italia provvederà ad attivare i corsi di formazione finalizzati alla concessione del Prestito d'Onore secondo i nuovi criteri di attuazione.

Joomla templates by a4joomla