Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Condividi

Ridurre il distacco fra carcere e società, orientando e favorendo il reinserimento dei detenuti ed ex detenuti nel mondo del lavoro e, quindi, nella società. È questo lo scopo dello sportello per il lavoro Cilo (Centro di iniziativa locale per l'occupazione) inaugurato a Rebibbia. Una iniziativa, voluta dal Comune di Roma e gestita

 dalla società consortile "Informagiovani", che offre una speranza non solo per chi dal carcere è definitivamente uscito, ma anche per chi deve ancora scontare parte della pena. Colloqui e questionari aiutano gli operatori, gli psicologi e i consulenti d'impresa ad individuare le capacità professionali, le esigenze e le inclinazioni dei detenuti, mentre una banca dati fornisce tutte le informazioni per orientare gli interessati su tutto quanto concerne il mondo del lavoro. Di seguito pubblichiamo gli interventi su questa importante iniziativa di Linda Moroni, responsabile del progetto e quello dell'assessore alle Politiche per le periferie, per lo sviluppo locale e per il lavoro del Comune di Roma, Luigi Nieri.

Joomla templates by a4joomla