Questo sito web utilizza i cookies tecnici. I cookies non possono identificare l'utente. Se si proseguirà nell'utilizzo del sito si assumerà il consenso all'utilizzo.
Se si desidera utilizzare i siti senza cookie o volete saperne di più, si può leggere qui

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Condividi

 
In occasione dell’anno giubilare la Caritas diocesana di Orvieto-Todi ha curato la formazione di un gruppo di volontari che da tre anni circa presta il proprio servizio a favore dei detenuti del carcere di Orvieto. Le attività principali svolte dai volontari riguardano l’accompagnamento e l’assistenza dei detenuti in occasione dei permessi premio e l’accoglienza presso il centro Caritas di Orvieto per coloro che, uscendo in permesso per più giorni, hanno bisogno di ospitalità e di sostegno. Questo servizio è stato offerto anche ad alcune famiglie dei detenuti che si trovano in stato di bisogno e che sono costrette ad affrontare lunghi viaggi per poter trascorrere qualche giorno accanto ai propri cari. Oltre a questo, i volontari entrano in carcere settimanalmente per ascoltare i colloqui e per cercare di stare il più possibile vicino ai detenuti, per capire le loro necessità, per stringere con loro un rapporto di amicizia e comprensione e, quando necessario, per soddisfare le loro richieste di aiuto che in genere consistono nel contattare le famiglie, gli avvocati, le comunità d’accoglienza, nonché la distribuzione del vestiario, prodotti per l’igiene personale, aiuti economici per telefonare alle famiglie eccetera. Per quanto riguarda l’aspetto ricreativo, i volontari si sono impegnati a collaborare con l’assistente volontaria, Laura Crociani, già operante da 15 anni presso il carcere di Orvieto, che ha coinvolto i volontari, condividendo con loro la sua lunga esperienza, coinvolgendoli nell’organizzazione di spettacoli musicali, d’intrattenimento, di feste ecc., che si svolgono in occasione delle principali festività (Natale, Pasqua, Carnevale, chiusura dell’anno scolastico). Per quanto riguarda le attività interne al carcere, recentemente la Caritas ha iniziato a seguire i detenuti in palestra, grazie ad un volontario che settimanalmente segue i detenuti durante l’allenamento cercando di offrirgli un supporto tecnico e creando con loro un momento d’incontro e d’amicizia.
Infine, non bisogna sottovalutare l’aspetto spirituale che resta al centro di tutte le attività portate avanti dal Gruppo Caritas.
Una volta al mese i volontari, sotto la guida del cappellano, celebrano la S. Messa con i detenuti e periodicamente organizzano momenti di preghiera cercando di coinvolgere ed appassionare tutti i detenuti che fino ad oggi hanno dimostrato interesse, rispetto e voglia di crescere.
    

Joomla templates by a4joomla